Grazie all'estro di Stewart Copeland, la sera del 4 luglio 2009 a Milano si respirerà un'atmosfera salentina a ritmo di tamburelli, mandolini e tarantelle. Va infatti in scena la Notte della Taranta e rientra nel programma del Milano Jazzin' Festival (Mjf) che a luglio 2009 porterà al parco Sempione artisti quali Simple  Minds, Erykah Badu, George Benson, James Taylor, Steely  Dan e Seal. Il concerto dell'ex batterista dei Police resta però una data speciale poiché la musica salentina dal palco dell'Arena Civica invaderà tutta la città, coinvolgendola in una notte bianca della tarantella. L'ormai tradizionale formula della contaminazione dei generi, che caratterizza da due edizioni la rassegna del Mjf, vuole diventare quest'anno, grazie anche alla direzione artistica di Nick the Nightfly, il tratto distintivo di un festival che possa competere, per offerta e identità, con eventi quali l'Umbria Jazz o il Montreaux Jazz  Festival: "E' giusto che il festival della nostra città -ha affermato l'ideatore del Mjf, l'assessore comunale ai Grandi  Eventi Giovanni Terzi- sia in un luogo identificativo di Milano qual è il parco Sempione, che per un mese si trasformerà nel un parco della musica". La zona intorno all''Arena Civica sarà costellata di angoli capaci di catturare, con eventi estemporanei, il gusto musicale dei giovani e, al termine di ognuno dei 16 concerti in programma, che non andranno oltre le 23,30 per evitare le denunce dei vari comitati anti-rumore, le gradinate ospiteranno fino alle 2.30 dj-set. A scaldare l'atmosfera per i grandi concerti di luglio ci  penseranno le band emergenti di Milano, che a partire da metà giugno 2009 avranno a disposizione un palco in piazza del Cannone per quello che si annuncia come l'anteprima del Mjf.

Sei appassionato di musica? Scopri come vincere un viaggio ad Hollywood e tanti fantastici premi