di Marco Agustoni

Lou Gramm, al secolo Louis Grammatico, è uno che ama fare le cose in famiglia. L'ex cantante dei Foreigner ha infatti formato un gruppo rock in cui ha arruolato i due fratelli Ben e Richard e gli amici Don Mancuso ed Andy Knoll, dando così vita nel 2003 alla Lou Gramm Band. L'album di esordio di Lou e soci, fortemente influenzato dal credo cristiano del leader della band,  uscirà il 5 giugno per Frontier Records. Ecco cosa ci ha raccontato Lou Gramm sul suo disco e sulla sua fede.

Com'è suonare in una "family band", composta da tre fratelli e due amici?

È fantastico. Essere circondati dagli amici e dalla famiglia rende la parte già divertente del suonare in tour ancora più gradevole.
Il suo nuovo album è stato definito un disco di christian rock. Questa categoria si adatta alla sua musica?
Direi di sì, christian rock non significa per forza canzoni tranquille e noiose. Questo è un album rock'n'roll con un messaggio spirituale che dev'essere suonato ad alto volume.
Che cosa la rende maggiormente fiero di quest'album?
Questo disco è stato realizzato senza tutte le pressioni e le richieste solitamente associate al registrare un album. Ci siamo potuti prendere tutto il tempo necessario per realizzare il disco che volevamo noi.
Quanto la fede influenza la sua musica e i testi delle sue canzoni?
La mia fede è sempre con me in ogni cosa che faccio.
Cosa ne è, oggi, dei Foreigner?
L'unica persona che ancora usa il nome dei Foreigner è il chitarrista (ndr: Mick Jones), che si è circondato di musicisti nuovi.
Verrà in tour in Italia o in Europa per promuovere il disco tra i suoi fan di oltre Oceano?
Spero proprio di sì. Stiamo aspettando di vedere come verrà accolto il nostro disco, nella speranza che ci fornisca l'opportunità di suonare per i nostri amici in Italia e in Europa.