di Fabrizio Basso

L'ultimo Profeta esiste e a conoscerne tutti i segreti è MGZ. L'ultimo sciamano dell'abitudine del nulla ha disegnato nuove canzoni e per pubblicarle non ha temuto di sfidare l'ira di venerdì 17.
Allora, un ritorno sulla terra ardito.
In effetti questo disco ha avuto una lunga gestazione. Alcuni pezzi hanno anche tre anni.
Una bella stagionatura...o no?
Guardiamo gli aspetti positivi: l'attesa dell'uscita ha permesso una rimodernizzazione.
Chi è il profeta?
MGZ viene avvistato per la prima volta sulla Terra intorno alla metà degli anni Novanta. Il sedicente Ultimo Profeta afferma di giungere dal Pianeta Burulandia e di essere qui per una non meglio precisata missione.
Poi però ci resta...sulla terra?
L'empatia col genere umano è fortissima. E lui intuisce che le canzoni sono una delle strade per arrivare più velocemente al cuore della gente, e quindi si improvviva rockstar, mutuando look, movenze e filastrocche dagli improbabili protagonisti delle trasmissioni televisive intergalattiche della sua infanzia.
Ho visto tempi migliori è un album positivo.
In passato abbiamo affrontato ogni situazione armati di sarcasmo e nichilismo. Ma oggi la situazione è così nera che è d'obbligo diffondere la speranza. C'è voglia di restare in piedi e provare emozioni vere



MGZ ha realizzato 2 cd Cambio Vita (Wide) e Non riesco più a starmene tranquillo (Alternative), il mini-cd Karakiri (Beware!), il video-film Abracadabra (Wide), e i videoclip Sopravvivo Senza Motivo e Su e Giù. Ha messo in scena diversi spettacoli insieme al collettivo teatrale Le Signore (regista Grazia Stella), unendosi in alcune occasioni ai Mutoid West Company di Pisa e al VJ-videomaker Alessandro Amaducci. Ha collaborato con gli Africa Unite nel brano Soffici Sapori e nel videoclip Muovi.
E’ stato The Being nel Frau Frankenstein di Giorgio Battistelli (regia di Stefano Tomassini) per il Gran Teatro La Fenice di Venezia. Ha cantato insieme a Zazzo negli ultimi concerti dei Negazione. Ha partecipato ad alcune puntate dei programmi televisivi Music Zoo (Rete All Music) e Space Girls (Sky/Happy Channel). E’ presente con suoi brani nelle colonne sonore dei film Preferisco il rumore del mare di Mimmo Calopresti, Chloe viaggia nel tempo di Luigi Roccati e Siamo fatti così (Polivisioni).
La band che lo ha accompagnato ha visto alternarsi alle chitarre Tax (ex-Negazione), Dome La Muerte (ex-Not Moving) e Bob Stones (anche Cardo Santo, Anatrofobia, EAQuartett), fino all’incontro con DJ Brainzuk (musiche, arrangiamenti, programmazioni) con il quale da tempo condivide l’intera attività. MGZ & BZK (con Bob Stones alle chitarre e Giglio Bass al basso) hanno registrato da Madaski il nuovo cd Ho visto tempi migliori, uscito Venerdì 17 aprile x GREEN FOG, che include il videoclip Disco Paradise (realizzato da Metrobrinvidei), e stanno presentando live il nuovo spettacolo con Steven Guitar alle chitarre.

MGZ e le Signore