Ormai, grazie all’alta velocità, Milano e Torino sono a poco più di un’ora di distanza l’una dall’altra. Ma a unire le due città negli ultimi anni è stato anche fondamentale il contributo del MiTo – Settembre Musica, festival internazionale che vede le due storiche rivali unire gli sforzi per presentare un programma musicale di qualità e alla portata di tutti in una serie ragguardevole di eventi e concerti. Anche quest’anno, i sindaci Letizia Moratti e Sergio Chiamparino si sono riuniti davanti alla stampa per presentare il programma del festival, la cui terza edizione (che avrà luogo dal 3 al 24 settembre) si preannuncia del tutto all’altezza delle precedenti.

Anche quest’anno il MiTo si propone di offrire una serie di eventi differenziati spalmati tra il capoluogo piemontese e quello lombardo, in modo da indagare la musica in tutte le sue declinazioni, dalla classica alla techno, passando per il jazz e per il pop. L’inaugurazione del festival sarà affidata alle musiche di Prokof’ev, eseguite dall’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo il 3 settembre a Torino e il 4 a Milano. La chiusura invece toccherà al direttore catalano Jordi Savall, che il 24 settembre porterà al Piccolo Teatro Strehler di Milano il suo Gerusalemme, la città delle due paci. A seguire, gran finale con musiche swing presso un hangar dell’aeroporto di Linate, a sottolineare la molteplicità di luoghi chiamati in causa dal MiTo, dagli auditorium alle chiese, fino alle piazze cittadine e alle stazioni della metropolitana.

Quest’anno, il focus del MiTo prende in considerazione il Giappone, con la sua ricchezza di sfumature culturali. Per il resto, è difficile rendere conto della varietà e della qualità del programma del festival, ma basta chiamare in causa nomi del jazz e della musica contemporanea come Paolo Fresu, Enrico Rava o Paolo Conte per suscitare l'interesse di chi non si interessa di lirica o di classica, mentre per gettare uno sguardo a sonorità future, ecco che arriva in soccorso un pioniere della techno come Carl Craig. Ma si potrebbe andare avanti per pagine e pagine di programma. Per chiudere, quindi, una curiosità: quest’anno il MiTo varca i propri tradizionali confini con un fuori programma a Genova, dove il 25 settembre l’Orchestra Imperiale Reigakusha si esibirà al Teatro Carlo Felice.

Per saperne di più, consulta il programma del MiTo

Sei appassionato di cinema? Scopri come vincere un viaggio ad Hollywood e tanti fantastici premi