di Fabrizio Basso

Torna Fabrizio Moro e lo fa un con EP di sei canzoni. Perché in tempo di crisi l'arte musicale va offerta a rate. Ma non rinuncia a graffiare e lo fa con un linguaggio univerale, anzi il più universale: quello dell'amore. L'album si intitola Barabba e lo sta già portando in tour.

Un album minimo e minimalista
La crisi impone di spezzare i dischi in due. La seconda parte, di sette canzoni, uscirà sul finire del 2009. A ciò bisogna aggiungere che le nuove generazioni non hanno la cultura dell'acquisto. Ma bisogna convivere con questo diavolo, non temerlo e fuggire.
Eppure i dischi sono anche fonte di guadagno per chi fa il suo mestiere.
Oggi si guadagna con i live e i diritti d'autore. Forse di dischi campava chi furoreggiava negli anni Sessanta e Settanta. In quell'epoca si viveva troppo bene. Il live è il termometro del futuro: chi suona andrà avanti.
Barabba parla di politici e porporati da evitare.
E' un sistema a cascata. Dal Presidente del Consiglio, chiunque esso sia, a scendere, è sempre un gioco di favori. Fino ai livelli più bassi. Barabba doveva essere il primo singolo ma ho voluto evitare l'accusa di approfittare della situazione.
E' una canzone nata di recente?
E' datata, solo che non ne avevo capito la potenza
Lei è già in tour
Da un po'. Sono partito da Palinuro il 15 maggio 2009. Mi piace cantare alle feste del santo Patrono. La gente ha meno soldi è difficilmente paga per andare a un concerto. La sola vera promozione è il live di piazza.
Che percezione si ha dal palco della nostra Italia?
Vince la diffidenza verso il sistema politico. Quando un parlamentare guadagna 20mila euro al mese più i vari benefici come si fa a sostenere che non ci sono soldi. Negli anni Settanta la casa si acquistava con la fatica, oggi è un miraggio.
Eppure apre il disco con Il peggio è passato.
E' una rassegnazione positiva. Da giovani si crede di poter cambiare il mondo poi capisci che non è possibile ed entri in una tua sfera privata. E, attenzione, una rassegnazione positiva non è una resa.

Sei appassionato di cinema? Scopri come vincere un viaggio ad Hollywood e tanti fantastici premi

Fabrizio Moro canta Pensa