Si chiama Samuele Alphetto Dalò l’autore del nuovo video della canzone Il Meglio (deve ancora arrivare), tratta da Time Out, l’album di Max Pezzali prodotto da Claudio Cecchetto. Di per sé potrebbe sembrare una notizia come tante altre, se non fosse che il nome or ora citato non è annoverato né tantomeno menzionato nell’albo d’oro dei registi, sceneggiatori e produttori di filmati e clip musicali per artisti noti, né tantomeno figura negli elenchi dei soliti noti fra gli addetti ai lavori della discografia. Samuele Dalò è un giovane, poco più che ventenne, protagonista di un fatto unico nella storia della musica e della discografia italiana, primo fan a realizzare e donare un video ufficiale a un brano del proprio artista del cuore. Seguace da sempre delle gesta musicali dell’ex 883, solo con l’ausilio dei propri mezzi e in totale autonomia, un giorno decide d’ingegnarsi per realizzare un clip musicale. Scorrono così, nitide ma avvincenti, le immagini tenere, accattivanti, di un adolescente all’interno della sala di attesa di un ospedale, intento a ricevere dolorosamente dai medici il verdetto negativo circa le condizioni di salute della propria altrettanto giovane compagna che, dopo una caduta da cavallo, è  costretta all’immobilità su di una sedia a rotelle. Il protagonista del filmato, mosso da intenti nobili e sinceri, però non si perde d’animo: non può finire tutto lì, si domanda tra sé e sé, e i suoi occhi non mentono. Nel silenzio della propria solitudine, davanti a uno schermo a cristalli liquidi, confortato dal pc e dal web, trova in Internet la risposta al proprio interrogativo: potrà mai la sua ragazza riprendere a camminare correttamente? Detto, fatto: con cartella clinica e radiografie alla mano, la conduce in un centro specializzato, di cui sinora ignorava prima l’esistenza.

Il tutto concentrato in poco più di tre minuti di grandi emozioni, al costo di soli 9 euro, ovvero quanto Samuele Dalò ha effettivamente speso per l’acquisto di una cuffia da Medico Chirurgo utile a realizzare il video in oggetto. Il resto? Solo fantasia, il frutto della sua creatività e delle sue mani abili e veloci su mouse e tastiera del computer. Immagini che non sono passate inosservate agli occhi e al cuore di Claudio Cecchetto, che con propria inusuale meraviglia si è visto recapitare il file di quel  video così in ufficio da uno dei suoi collaboratori, scoperto casualmente tra centinaia di messaggi pervenuti sulla casella di posta elettronica del sito di Max Pezzali. E, senza averci pensato su due volte, ha deciso di pubblicarlo sulla homepage del sito del noto cantautore, invitando i fan e quanti si trovino casualmente a visionarlo sul web a lasciare un commento via mail su quell’opera così intensa e geniale. E per Samuele Dalò, il protagonista di questo fatto unico, storico ma soprattutto indicativo e sintomatico del felice rapporto che molti teenager e adolescenti hanno saputo instaurare con la Rete e la nuove piattaforme tecnologiche, un’inaspettata sorpresa: per premiarne lo spirito d’iniziativa e l’originalità,  Claudio Cecchetto, da perfetto esperto e conoscitore profondo qual è del mondo giovanile e delle sue dinamiche, gli ha proposto di entrare a far parte del suo team di lavoro. Che dire? Per il giovane e valente Samuele Dalò, senza dubbio, il meglio è già arrivato.