Brusco, cantante reggae/raggamuffin cresciuto nei Villa Ada Posse e divenuto famoso grazie al suo curioso rifacimento di Abbronzatissima, intitolato Sotto i raggi del sole, torna dopo tre anni sulla scena con il suo nuovo album Quattroemezzo. Con ospiti come Roy Paci e i Sud Sound System, l’album parte dalle sonorità sviluppate dall’artista romano nei suoi precedenti album, ma segna una netta evoluzione, soprattutto dal punto di vista musicale. Quattroemezzo contiene diciotto nuovi brani, da Sto bene qua a Se Giovanna, passando per Il vigile, curiosa invettiva in cui Brusco dice a un ipotetico figlio di intraprendere qualsiasi carriera, fuorché quella del vigile urbano.

L’uscita di Quattroemezzo è stata accompagnata dalla registrazione di un’altra canzone, che ha già fatto discutere e che sul web sta diventando un tormentone. Si tratta di La Sensi che mi piace, canzone di protesta contro l’attuale presidente dell’A.S. Roma Rosella Sensi, cui Brusco chiede senza mezzi termini di farsi da parte dopo i deludenti risultati dell’ultima stagione. Il titolo è un gioco di parole tra il cognome della figlia dello storico presidente della Roma Franco Sensi, e la sensimilla o sinsemilla, bene o male sinonimo di cannabis, dichiarata passione dell’artista. Non si tratta, comunque, del primo pezzo che Brusco dedica alla sua squadra del cuore: già nel 2001, in occasione dello scudetto della Roma, il musicista aveva composto un inno celebrativo intitolato Ancora e ancora.

Ascolta La Sensi che mi piace