All’anagrafe sono sette ragazzi di nome Enrico “Erriquez” Greppi, Alessandro “Finaz” Finazzo, Alessandro “Donbachi” Bachi, Andrea “Orla” Orlandini, Alessandro “Nuto” Nutini, Carlo “Cantax” Cantini e José Ramon Caravallo Armas. Ma quando sono insieme, con gli strumenti in mano, diventano la Bandabardò. Voce e chitarra del gruppo è Enrico “Erriquez” Greppi, che svela curiosità, retroscena e progetti futuri di una band che vive per suonare.

Come nasce questa curiosa avventura musicale, che vi porterà dall’altra parte del mondo?
Come tutte le cose migliori: per puro caso. È iniziato tutto poco più  di un anno fa, grazie all’ascolto dell’album da parte del discografico giapponese Mutsumi Kuboutchi. Al momento però, non abbiamo programmato nessun tour nella terra del Sol Levante, aspettiamo solo una copia del disco con il libretto tradotto in ideogrammi.
I vostri spettacoli, in quest’ultimo periodo, ruotano principalmente attorno a Ottavio, il vostro ultimo lavoro discografico. Però non mancano riferimenti al passato, alla storia della Bandabardò
Naturalmente, essendo Ottavio l’ultimo nato, gli stiamo dedicando particolare attenzione per farlo conoscere meglio. Tuttavia, è giusto sottolineare che il nostro spettacolo è una costante evoluzione di quello originale del 1993. L’emozione e il divertimento sono sempre alla base delle nostre esibizioni, e molto probabilmente questo sarà lo spettacolo più lungo e ballerino della nostra storia.
Tante date, che vi porteranno in giro per l’Italia fino a metà ottobre. Poi, si apriranno anche le porte dei teatri
Questo è  solo l’inizio! Nelle prime settimane del 2010 varcheremo i confini nazionali, tornando in paesi che abbiamo coltivato con cura nel corso degli anni. In particolare, parlo di Spagna e Germania, dove i nostri spettatori sono del luogo e non turisti italiani in vacanza o residenti stranieri. Praticamente stiamo vivendo in tour da un tempo indefinito, considerando che alle spalle abbiamo più di mille concerti.
In tanti anni di musica e di esibizioni vivo, com’è cambiata la Bandabardò?
Abbiamo una storia talmente lunga che stupisce anche noi. Però, nonostante gli anni, siamo sempre gli stessi: solo il percussionista è cambiato. La musica è la nostra vita, ognuno di noi lavora restando fedele al proprio carattere e alla propria cultura senza snaturarsi. Amiamo suonare ovunque, anche nelle località più piccole e disperate.
Qual è il vero segreto del successo della Bandabardò?
L’impegno. abbiamo sposato in pieno la causa dei fricchettoni e del loro leader Fernandez. Siamo per la rivalutazione dei rapporti umani, dei miscugli razziali e culturali. Lottiamo per un mondo a misura di donna e di bambino e per vedere un giorno trionfare allegria e gentilezza.

Ecco le date del Tour della Bandabardò
27/07 - Giovinazzo (Ba) - Rock Festival
29/07 - L'Aquila (Aq) - Festa Democratica
01/08 - Bruxelles, Italia - Festival Esperanzah
06/08 - Panicarola (Pg) - Festa Giovani Progressisti
07/08 - Monte San Giovanni Campano (Fr) - Musicalmonte
08/08 - Ostuni (Br) - Foro Boario
09/08 - Gallipoli (Le) - Parco Gondar
11/08 - Rispescia (Gr) - Festambiente
18/08 - Luzzi (Cs) - Piazza Del Municipio
29/08 - Cagliari (Ca) - Anfiteatro Romano
04/09 - Ravenna (Ra) - Festa Democratica Provinciale
05/09 - Reggio Emilia (Re) - Campo Volo Festareggio
11/09 - Asolo (Tv) - Asolo Free Music Festival
18/09 - Milano (Mi) - Festa Democratica
26/09 - San Vito Lo Capo (Tp) - Cous Cous Fest