Gli Oasis cancellano il concerto milanese di domenica 30 agosto, ma the show must go on e il festival si farà con gli altri gruppi. Per gli Oasis era l'ultima data del tour che ha accompagnato Dig out your Soul, il loro più recente album e, con tutta probabibilità, anche l'ultima della loro storia visto che lo scioglimento era nell'aria da tempo e che i fratelli Gallagher hanno parlato di una sosta di almeno cinque anni. Sul palco dell'I-Day Milano Urban Festival saliranno regolarmente tutti gli altri gruppi coinvolti (e sconvolti): The Hacienda, Expatriate, Twisted Wheel, Kasabian e The Kooks. Si attendono notizie dall'organizzazione per capire come e se il costo del biglietto verrà rivisto causa l'assenza degli Oasis. Si attende anche di sapere se sarà previsto un rimborso per chi era interessato solo, o principalmente, agli Oasis.

Il chitarrista degli Oasis Noel Gallagher ha già annunciato sul sito della band inglese che lascerà il gruppo dopo il violento alterco avuto venerdì 28 agosto con il fratello Liam nei pressi di Parigi: "E' con una certa tristezza e un grande sollievo che annuncio che stasera lascio gli Oasis. Molti mi scriveranno e diranno ciò che vogliono ma non potrei lavorare ancora con Liam un solo giorno di più. Mi scuso con tutti coloro che hanno comprato un biglietto per i concerti di Parigi, Costanza e Milano". La band doveva esibirsi a Saint Cloud, nei pressi  di Parigi, ma secondo gli organizzatori della serata poco prima di salire sul palco i fratelli Gallagher sono venuti alle mani per motivi ancora sconosciuti. Il concerto è stato annullato e uno degli organizzatori ha detto che anche le altre date della band costituita nel 1991 a Manchester sarebbero state cancellate. Gli Oasis rappresentano uno dei gruppi degli anni Novanta che ha avuto maggiore influenza in Gran Bretagna e nel mondo. Appartenenti al movimento britpop, sono diventati un vero e proprio fenomeno con una musica a metà tra il rock anni Settanta e il rock'n'roll.