La data è di quelle da segnare sul calendario, sull'agenda, sul cellulare. Ovunque insomma. E' il 9 settembre 2009. Esattamente 40 anni fa i Beatles tenevano l'ultimo concerto sul tetto della Apple Records. Poi solo musica e nostalgia ad alimentare un mito mai sopito. Il 9 settembre 2009 i Beatles tornano ed entrano ufficialmente nell'era digitale col lancio mondiale dei loro 13 album rimasterizzati. Un suono pulito, perfetto. Forse meno romantico ma decisamente magico. Nello stesso istante debutta The Beatles: Rock Band, realizzato da Harmonix e Mtv Games, un videogame che trasforma ognuno di noi in uno dei Fab Four: contiene 45 canzoni, alcune live nel celebre Cavern Club, altre scelte nel repertorio, da Day Tripper a Helter Skelter, da Revolution a Twist and Shout. Poi ci sono le ambientazioni psichedeliche e fantasy. E per chi ancora non è pago testi, filmati, tracce melodiche, immagini rare. Si socchiuderanno le porte degli studi di Abbey Road e in quell'ambiente magico ritroveremo Paul McCartney, John Lennon, Ringo Starr e George Harrison che suonano, ridono e scherzano. Le voci sono quelle loro vere. Altri luoghi che troviamo in The Beatles: Rock Band sono The Ed Sullivan Theater, Shea Stadium, Budokan e Apple Corps Rooftop. Originali pure gli strumenti: per Lennon la Rickenbacker 325 Guitar, per McCartney l’Hofner Bass, per Harrison la Gretsch Duo Jet Guitar e per Ringo Starr la batteria Ludwig. E' il primo videogame musicale che diventa pure una sfida con gli originali e contrariamente alla realtà qui si può vincere: si può struuturare una base armonica e riprodurre il mix vocale dei Beatles.