di Giuseppe Lamanna

Dalla Puglia, precisamente da Ruffano in provincia di Lecce, con furore artistico e soprattutto tanta passione per la musica. Passione che ha trasformato un’idea in un evento, continuando ad evolversi fino a diventare un vero e proprio festival musicale, punto d’incontro e di ritrovo per persone che amano fare e ascoltare musica. E che travalica l'appuntamento clou di luglio per allungarsi nei dodici mesi dell'anno e portare avanti con costanza la sua crociata. Si chiama Kantieri Day Music Festival ed è la prima manifestazione musicale a battersi apertamente contro le Cover e Tribute Band.

Una sfida, una provocazione ma non certo una discrimazione nei confronti di chi interpreta la musica di artisti già universalmente affermati e conosciuti. “Il vero obiettivo -spiega il creatore della manifestazione Silvio R. Pappadà- è riconoscere il giusto spazio a chi esprime il proprio talento e la propria passione, creando e facendo musica originale”. Il primo appuntamento, svoltosi lo scorso 18 luglio, ha visto la partecipazione di 11 band, ottenendo un importante riscontro di pubblico dal vivo e on-line. Infatti, l’evento è andato in onda in streaming su diversi canali Internet: “Io mi definisco uno speleologo della musica -prosegue Silvio R. Pappadà- sempre alla ricerca di novità in questo settore che non rappresenta il mio lavoro, ma la mia passione. Scherzosamente per noi le cover band sono paragonabili ai cinesi, perché la loro musica è clonata. Noi invece vogliamo dare spazio alle novità, e il grande riscontro di pubblico ci fa capire che stiamo andando nella direzione giusta”. L’organizzazione è già al lavoro sulla prossima edizione del Festival, dove accanto alle nuove band emergenti si esibiranno anche cantanti già affermati. Al momento ancora nessun nome, d’altronde il Festival è pur sempre un Kantieri aperto.

Il promo di Kantiery Day