E' morta a 84 anni nella sua abitazione romana, dopo una malattia che l'aveva colpita in gennaio, la ferrarese Carla Boni, la "cantante dell'urlo", come fu definita nel 1952 per il suo formidabile acuto a tutta voce alla fine della personale esecuzione di Jezabel, poco prima di vincere San Remo, nel 1953, con Viale d'autunno, canzone, che la consacrò anche come rivale di Nilla Pizzi. Ne ha dato notizia il suo amico e collaboratore Italo Pozzi. Il suo nome era tornato alla ribalta anni fa, in occasione del suo ottantesimo compleanno, con una nuova versione di Mambo Italiano in gruppo con i Flabbies della canzone che aveva lanciato nel 1956 con l'Orchestra Angelini. Al suo capezzale l'hanno assistita fino all'ultimo i figli, Luisella e Davide. Mentre l'ex marito Gino Latilla vive in un'altra città in non buone condizioni di salute. Con lui nel 1957 cantò Casetta in Canada. Il 27 novembre 2006, dopo i funerali di Flo Sandon, moglie di Natalino Ottto, per altro molto disertati, disse: "Non s'è sentito nessuno. Nel funerale di Flo ho visto il mio. Mi sono chiesta: chissà se manderanno qualche pezzo di Mambo italiano. Forse si, forse no".

Carla Boni canta Malaguena nell'edizione di canzonissima del 1966