Esce Facile, il nuovo disco di inediti di Mina, e la prima curiosità è scoprire chi sono, fra i tantissimi autori (celebri, noti o sconosciuti) che offrono le loro composizioni, quelli che hanno avuto il privilegio di essere selezionati. Per Facile, e per le dodici canzoni del disco, Mina ritrova vecchi amici, conferma recenti frequentazioni e, come sempre, regala opportunità a giovani talenti e incontra nuovi compagni di viaggio. L’incontro forse più sorprendente di questo album è quello con Boosta dei Subsonica, che in un’intervista del novembre 2008 aveva dichiarato: "Per me una collaborazione con Mina resta un desiderio da avverare". La realizzazione di quel desiderio è Non ti voglio più, un gran pezzo tra Beatles e Roxy Music. Non meno eccezionale è la canzone che quasi titola l’album, Adesso è facile, un brano che spazia nelle suggestive atmosfere sonore del nuovo rock italiano arrangiato dagli Afterhours, scritto da (e cantato in coppia con) Manuel Agnelli, a conferma dell’apprezzamento di Mina per la band milanese, già espresso nel corso dello scorso Festival di Sanremo. Alle dodici canzoni, numero fatidico per chi ama gli album in vinile, si aggiunge Questa vita loca, replicata in versione diversa come ghost track.

Di queste dodici canzoni, scelte una ad una con la consueta attenzione e curiosità, registrate nel corso di un anno e mezzo di lavoro, restando sempre aperti a proposte che arrivino anche all’ultimo, ognuna troverà i suoi estimatori e i suoi sostenitori accaniti: perché Facile è un patchanka sonora, dalla cover della sudamericana Questa vita loca al fresco e un po’ british Con o senza te, dalla torch song Carne viva all'ironico e sensuale Il frutto che vuoi, fino al graffio cantautorale di Ma tu mi ami ancora?.

Ecco chi sono gli autori.
Cristiano Malgioglio, la cui ultima collaborazione con Mina risaliva al 1985 (Mi mandi rose) è l’autore del testo di Questa vita loca, una composizione del cubano naturalizzato messicano Francisco “Pancho” Cespedes. In Facile Malgioglio firma anche, con Corrado Castellari, Carne viva.
La coppia Andrea Mingardi - Maurizio Tirelli, già protagonista di buona parte della tracklist di Bau, è presente con quattro titoli: Ma tu mi ami ancora, Non si butta via niente, Più del tartufo sulle uova e Eccitanti conflitti confusi, quest’ultima già edita.
Con o senza te porta le firme di Samuele Cerri , da tempo nel gruppo dei collaboratori di Mina, Mattia Gysi e Axel Pani: i tre insieme avevano già firmato Per poco che sia. Axel Pani ha scritto anche, insieme a Maurizio Morante (presente nei dischi di Mina già dal 1991), il singolo Il frutto che vuoi.
Volpi nei pollai è opera della coppia di autori Matteo Mancini e Gianni Bindi, esordienti alla corte di Mina. Come pure Luca Angelosanti e Francesco Morettini, autori di Ma c’è tempo con Stefano Cenci.
Vantava già un precedente, come autore per Mina, Manuel Agnelli (era sua, in Leggera, 1997, Tre volte dentro me, rivisitazione di Dentro Marilyn degli Afterhours), che qui ha scritto Adesso è facile e duetta con Mina nel brano.
Debuttante assoluto è infine Davide Dileo, meglio noto come Boosta, fondatore e tastierista dei Subsonica, che firma Non ti voglio più.