di Marco Agustoni

Miranda Cosgrove, enfant prodige del piccolo e grande schermo statunitense, giunta alla popolarità grazie alle serie tv targate Nickelodeon Drake & Josh e iCarly, non si accontenta più di recitare e basta e dà ora il via a una vera e propria carriera musicale parallela. Dopo aver cantato alcuni brani della colonna sonora di iCarly e inciso il singolo Raining Sunshine, inserito nel film Partly Cloudy with a Chance of Meatballs, la giovane star è infatti alle prese con la lavorazione del suo disco d'esordio (del quale, ci confessa, non ha ancora scelto il titolo). Dalla musica al cinema, passando per Hello Kitty, ecco di che cosa ci ha parlato Miranda Cosgrove in un'intervista per Sky.it.

In iCarly interpreta una ragazzina che mette in piedi uno show personale attraverso il web: qual è nella vita reale il suo rapporto con la Rete e le nuove tecnologie?
Passo tantissimo tempo su internet per comunicare con i miei amici: sono su Facebook, MySpace e scrivo di continuo su Twitter quel che mi succede. Per un po' ho anche frequentato una scuola tramite internet, ma continuavo a distrarmi andando sul web.

iCarly costituisce una sorta di ponte tra web e tv?
Sì, è uno dei primi show a portare internet in tv e parte del materiale utilizzato è fatto dagli spettatori. È bello perché i ragazzini più piccoli pensano che tutti i personaggi dello show siano veri. Un po' di tempo fa ero in giro con un mio amico e abbiamo incontrato una bambina che ha cominciato a farmi delle domande come se fossi stata davvero Carly.

Dopo anni passati a recitare per il cinema e la tv, negli ultimi tempi ha cominciato a dedicarsi alla musica e a lavorare a un disco solista: si sente più un'attrice o una cantante?
Recito ormai da tantissimo tempo, mentre la prima canzone che ho registrato è stata per la colonna sonora di iCarly, un paio di anni fa, quindi sono un'attrice da molto più a lungo. Ma mi piacciono entrambe le cose. Quando recito interpreto un personaggio differente da me, mentre cantare, soprattutto per questo mio primo album in cui ho lavorato a tutte le canzoni, è completamente diverso.

Cosa ci può dire di questo disco?
È un disco pop-rock, molto divertente da ascoltare: c'è solo una ballad, mentre la maggior parte dei pezzi sono allegri. Amo le cantanti come Gwen Stefani, Pink, Madonna, Katy Perry... mi piace la musica pop-rock femminile. Per adesso il disco non ha titolo, ci sta ancora pensando, comunque dovrebbe uscire a marzo-aprile negli Stati Uniti.

Ha cominciato a lavorare in tv all'età di tre anni: quali sono i suoi primi ricordi al riguardo?
La prima cosa che ho fatto in tv da piccola è stata una pubblicità per una bibita, e lo spot si svolgeva in spiaggia con un bellissimo castello di sabbia. Mi ricordo che quando hanno gridato “Azione!”  io ci ho camminato sopra, quindi non è stato uno dei miei lavori migliori... (ride) All'inizio per me era come un gioco, non ricordo di aver mai pensato alla recitazione come a un lavoro, anche se sapevo che lo era.

Il suo primo film per il cinema è stato School of Rock, una sorta di presagio della sua futura carriera musicale...

La cosa divertente è che quando ho fatto l'audizione per quella parte è venuto fuori che ero brava a cantare, mentre nel film dovevo interpretare una ragazzina che canta male, così ho dovuto prendere lezioni per cantare male. (ride) È stata un'esperienza divertente. Tra l'altro sono andata a New York per la prima volta e ho incontrato Jack Black, che è un pazzo.

Di recente ha lavorato come doppiatrice per il film d'animazione Despicable Me, in uscita nei cinema l'anno prossimo: come è stato?
Sì, Steve Carell è il doppiatore del personaggio principale del film, anche se interpreta il cattivo, una persona orribile, il che è piuttosto insolito. Io invece interpreto la sua figlia adottiva Margo: è stato molto divertente, ma anche strano, perché non avevo mai visto la mia voce applicata a un altro personaggio. È stato più semplice che recitare in un film perché volendo potevo andare lì anche in pigiama. (ride)

Oltre che di Pink e Gwen Stefani, lei è un'appassionata di Hello Kitty (nda: lo si può facilmente constatare dalle unghie di Miranda, su cui sono disegnate delle faccine della popolare gattina), di cui quest'anno si celebra il trentacinquesimo compleanno...
Sì, sono stata a questo party di compleanno per Hello Kitty molto divertente. Era pieno di gente, come Tarina Tarantino, che ha fatto l'anello che porto ora al dito, è  una persona fantastica. Prima di venire qui tra l'altro sono stata a New York all'Hello Kitty Store e ho comprato tantissime cose... all'aeroporto italiano mi avranno vista con la valigia, la maglietta e tutto il resto di Hello Kitty e avranno pensato che sono pazza. (ride)