Un duetto davvero esclusivo quello tra Gino Paoli e Carla Bruni, che hanno reinterpretato uno dei classici più amati di tutti i tempi, Il cielo in una stanza, dando vita a Le ciel dans ma chambre. Da sempre fan del grande cantautore genovese, la Première Dame ha così contribuito a celebrare i 50 anni di carriera di Gino Paoli, affiancandolo in uno dei suoi capolavori. Il brano è inserito nel prezioso cofanetto di 2 cd + dvd intitolato Senza fine, raccolta completa dei successi di Paoli che verrà pubblicata il prossimo 20 novembre, per suggellare i 50 anni di carriera. La prima a cantrala fu Mina nel 1960, poi seguirono molte altre versioni, tra cui quelle di Marco Morgan Castoldi, Franco Battiato e Giorgia. tanto si è scritto sulla storia del brano: la versione più avvalorata vuole che Paoli l'abbia scritta dopo momenti di intimità con una prostituta. Infatti il viola era il colore delle case chiuse. Ma supposizioni a parte Il cielo in una stanza resta un patrimonio della musica italiana!

Carla Bruni canta Il cielo in una stanza