di Fabrizio Basso

Pulsa il muscolo rock degli Alcova. Francesco Ghezzi, Riccardo Cremon, Andrea Spilinga e Marco Nebuloni, come piccoli alchimisti, dosano un rock deciso, integralista nei suoi suoni con testi intimi e intimisti. Che solcano le coscienze di chi li ascolta. Che si fanno breccia nella musica per esondare nei pensieri. Che i loro suoni pulsano è chiaro fin dal titolo dell’album d’esordio, Muscolo Cuore: “Talvolta vorremmo che fosse solo muscolo ma è da lì che partono i sentimenti. E subisci gli ingorghi del pensare quotidiano. D’altra parte la nostra vita è costituita da sentimenti, il difficile è come liberarli, come esprimerli”. I ragionamenti di Francesco e Riccardo, che sono venuti a trovarci in redazione, sono di una semplictà…esaltante. Figli anche dell’armonia nel gruppo:
Muscolo Cuore contiene 12 pezzi divisi per temi, ovvero amore, donne, guerra e solitudine, ma “in studio siamo arrivati con 3, 4 pezzi in più, un minimo di margine ci vuole. L’importante è che la canzona sia diretta. Proviamo tutte le settimane, per completare il disco abbiamo lavorato per mesi seriamente al punto che quando abbiamo registrato era praticamente buona la prima. Ci siamo concessi una pre-registrazione un mese prima”. Fare termini di paragone è un’arma a doppio taglio. Può nobilitare una band se al confronto si abbina personalità. Altrimenti rischia di diventare un’ombra che ti accompagnerà sempre. Qui personalità ne hanno da vendere. Grazie anche una piccola casa discografica, Stigmata Records, che lascia che gli istinti musicali vadano liberi nella sterminata prateria della musica. Da gennaio 2010 saranno in tour. Giusto per darvi un’idea in alcuni passaggi riportano (che è diverso da ricordano dove c’è odore di copiatura) ai primi Litfiba. Per grinta, energia, musica e comunicativa. Infatti il loro sogno sarebbe aprire un concerto di Piero Pelù che “anche se non abbiamo mai conosciuto per noi è uno di famiglia”. Ma ricordatevi che non sono una tribute band. Sono gli Alcova. E se avrete il coraggio di infilarvi sotto le coperte della loro musica, beh sarà come essere sedotti da chi popola i vostri sogni più nascosti. Solo che qui è tutto vero.