Vai allo speciale Haiti

Bruce Springsteen, Bono, Sting, Justin Timberlake, Christina Aguilera, Alicia Keys: sono questi alcuni delle star della musica che si esibiranno durante la maratona televisiva "Hope for Haiti", in programma su Mtv il 22 gennaio (alle 20 ora newyorchese e 2 del mattino in Italia).
La maratona benefica che coinvolgerà gli spettatori di tutto il mondo verrà trasmessa da National Geographic Channel (canale 402 di Sky) sabato 23 gennaio alle 21.00

Secondo il suo organizzatore (e ideatore) George Clooney, all'evento dovrebbero partecipare più di 40 celebrità. Lo scopo è quello di "mostrare al popolo haitiano che il mondo intero si preoccupa di loro", ha aggiunto lo stesso Clooney. I fondi raccolti saranno devoluti a Croce Rossa, Oxfam America e all'Unicef. Le canzoni degli artisti che partecipano a l'evento sarà anche disponibili su iTunes ed gli incassi saranno consegnati alle organizzazioni benefiche. Ad animare l'evento, accanto a Clooney, ci sarà Wycleaf Jean, ex Fugees, che tra l'altro è originario di Haiti ed è stato tra i primi ad accorrere in aiuto dei terremotati.

Intanto si susseguono gli appelli, le donazioni e le manifestazioni di solidarietà dello showbiz. La popstar Madonna ha prontamente donato 250mila dollari con un appello "Chiedo a tutti i miei amici e fans nel mondo di unirsi al mio contributo o di partecipare in ogni possibile modo. Dobbiamo agire ora. Grazie per il sostegno”.

Ha fatto il suo appello anche Chris Martin dei Coldplay, che nel 2002 aveva visitato l'isola per conto dell'associazione Oxfam, e insieme a lui si stanno mobilitando Sean 'P.Diddy', LL Cool J, Def Jam, John Legend, Arcade Fire.

I Blink 182 e Joel Madden hanno raccolto 15mila dollari con la vendita di t-shirt pro Haiti. Lo stesso Wyclef Jean ha lanciato un’iniziativa tramite Twitter, invitando a donare 5 dollari tramite il cellulare alla sua Yele Haiti Foundation: oltre a mandare in tilt i server, l’idea di Jean ha racimolato in poche ore 1 milione di dollari.

Lady Gaga ha annucniato che l'intero incasso del suo concerto del prossimo 24 gennaio a New York sarà distribuito a vari enti benefici che stanno operando a Port-au-Prince e dintorni.