Un ritorno in grande stile per gli Arctic Monkeys: l’unica data italiana della più esplosiva band inglese del nuovo millennio, sold out già da tempo, si preannuncia come un evento imperdibile per tutti gli appassionati di rock. Nati come fenomeno su internet, agli inizi 2006 pubblicano il loro primo album Whatever People Say I Am, That's What I'm Not che entra direttamente nel Guinness dei Primati vendendo più di un milione di copie in soli 8 giorni, ed è dello stesso anno il loro primo live in Italia. Ora a distanza di due anni dall’uscita del loro secondo disco, Favourite Worst Nightmare, numero uno nelle chart inglesi e nella Top Ten americana di Billboard, la band di Sheffield torna in tour per presentare al proprio pubblico Humbug, il loro nuovo disco, accolto con entusiasmo sia dalla critica che dai fan. La band è stata anche headliner nei principali festival europei nel mese di agosto, tra cui Reading e Leeds.

Humbug è il terzo, e nuovamente straordinario, disco di una band ormai matura, che ha scelto di aggiornare la propria formula senza tradirla. Gli Arctic Monkeys hanno iniettato nel loro rock irrequieto e urbano dosi massicce di allucinazione desertica. Prodotto per metà da Josh Homme (Queens Of The Stone Age)  per l'altra da James Ford (Arcade Fire), Humbug apre una nuova era per la band inglese. Per tutti coloro che sono riusciti ad accaparrarsi i biglietti l’appuntamento da non perdere con gli Arctic Monkeys è martedì 26 gennaio 2010 al Palasharp di Milano. Come supporto ci saranno The Mystery Jets, band inglese per la prima volta in Italia, che propone un brit pop con influenze anni Ottanta.

Gli Arctic Monkeys in Brianstorm