Susan Boyle, Rania  di Giordania e Raoul Bova saranno tra spiti del 60.festival di Sanremo.
Martedì 16 febbraio , ha confermato il direttore artistico Gianmarco Mazzi, ci sarà il talento scozzese Susan Boyle e il calciatore Antonio Cassano.
Mercoledi 17  Rania di Giordania, "una regina moderna - ha spiegato Mazzi- Il suo viso e il suo modo di esprimersi può  dare una speranza al dialogo tra le culture. Riteniamo giusto che Sanremo, che parla a milioni di persone, dia spazio anche a una figura che sta cercando di parlare al mondo e di avvicinare il linguaggio di popoli e culture diverse".
a stessa sera ci saranno' il Moulin Rouge, che compie 120 anni, Michele Rodriguez, attrice di Lost e di Avatar, Robbie Williams e Raoul Bova.

Giovedì 18  sul palco saliranno Christian De Sica e Bob Sinclair, dj e produttore discografico. La 'serata leggenda' vedra' tra i protagonisti Elisa, che con 'Canzone per te' ricordera' Sergio Endrigo. I Tokio Hotel si esibiranno dal vivo con la Sanremo Opera Orchestra. Quella di venerdì 20 sarà una serata in cui i 12 artisti in gara si esibiscono con gli ospiti, "siamo in attesa di sapere i nomi, ma ci saranno belle sorprese", ha detto Mazzi.

Sabato, oltre a Maurizio Costanzo, verrà ricordato Michael Jackson con cinque ballerini che hanno fatto le prove con Jacko dello spettacolo This is it.

Ancora in dubbio la presenza di Lady Gaga, impaurita dall'idea di dover cantare dal vivo con un orchestra.