Guarda l'album del Festival di Sanremo

Ha vinto ancora il talent e ha vinto di nuovo una star di Amici ma è stata una finale segnata dal caos. Valerio Scanu, com'era prevedibile, è il trionfatore del 60mo festival di Sanremo. Succede a Marco Carta, altro pupillo di Maria De Filippi. A completare il trionfo del talent il terzo posto di Marco Mengoni, vincitore di X Factor. E da X Factor viene anche Tony Maiello, che si è aggiudicato il girone dei giovani.

Il risultato che ha fatto più rumore è il secondo posto di Pupo-Emanuele Filiberto-Luca Canonici, ormai diventati un caso, con il pubblico spaccato a metà, contestazioni in sala, perfino dell'orchestra. E' chiaro che il televoto continua a premiare la popolarità e personaggi che conosce e si è abituati votare da tempo. La finale ha avuto anche momenti tumultuosi legati all'esito delle votazioni. Per quanto riguarda la musica si possono ricordare due cose: Malika Ayane ha vinto, anzi stravinto, il premio della Critica e quando è stata comunicata la sua eliminazione dai tre posti per la vittoria, l'orchestra è insorta come mai avvenuto prima d'ora, accartocciando gli spartiti e lanciandoli sul palco. In questi giorni le radio stanno trasmettendo soprattutto il suo pezzo e quello di Irene Grandi.

Si è molto ballato, con i ballerini di Michael Jackson e Lorella Cuccarini che, vestita solo di una chitarra, ha proposto il suo numero del Pianeta proibito guadagnandosi questa battuta di Antonella Clerici: "Ho visto il lato b della Cuccarini. Che topolona!". Una lunga parentesi è stata dedicata ai ragazzi e ai bambini di Ti lascio una canzone e Maurizio Costanzo ha fatto il suo debutto al Festival di Sanremo intervistando tre operai di Termini Imerese. Con un siparietto del segretario del Pd Pierluigi Bersani e del Ministro Claudio Scajola che hanno detto la loro: scelta che ha diviso il pubblico comunque rumoreggiante tra i fischi al leader dell'opposizione e gli applausi al rappresentante del governo.

Come sempre a Sanremo c'è spazio per tutto, anche per Mary J. Blidge e per la banda dei Carabinieri che suona Star Wars. Poi, ovviamente, la gara che quest'anno per la prima volta ha proposto una selezione a metà della competizione con l'eliminazione in diretta di sette concorrenti e la scelta dei tre che si giocavano la vittoria finale. Antonella Clerici ha portato in fondo la finale con lo stesso stile personale e rassicurante di sempre, ritagliandosi il suo spazio per Ti lascio una canzone e trovando anche un momento musical gastronomico con la complicit… di Marco Sabiu, il direttore d'orchestra che è stato la sua spalla per tutto il festival. A rappresentare la musica internazionale, Mary J Blidge, che avrebbe dovuto duettare con Tiziano Ferro in 'Each Tear'. Ferro ha dato forfait e lei con un bel gesto di fair play gli ha cantato gli auguri di compleanno. Naturalmente la proclamazione dei vincitori ha fatto scendere il sipario sulla nuova edizione talent del festival.