Tornano i Popucià, che significa proprio ciao, con Pop 2.0, un concept album che tramuta in realtà un dialogo globale di suoni messi in comune. L'anno di nascita è il 2009: la musica leggera di ultima generazione ne è il punto cardinale, ma la bussola ritmica guarda verso la drum&bass, l’hip hop e la dubstep. Pop 2.0 è composto da sei brani e altrettanti remix realizzati in rete con collaborazioni nate attraverso il web e i suoi social network. Si crea così una comunità di musicisti che compone altri scenari con la stessa melodia: Pornophonix Band, utilizza il rap come strumento e non come fine per farne narrativa musicata che affonda le sue radici nel jazz-funk e nell’hip hop di matrice più soul e conscious; Knuf, solido elemento di Xcoast, Mit e Snob Production; Bio e la sua Dub Gun Records che ha già realizzato il remix ufficiale di È troppo facile, terzo singolo estratto dall’album di Meg Psychodelice; Tuzzy pioniere assoluto della dubstep in Italia; Z-side, jazzista, policromo e virulento, infatuato di techno e drum & bass.

Si tratta di un concept album proprio perché tutte le collaborazioni citate sono nate dal web, quindi la piattaforma 2.0 è stata la base di questo lavoro. Il fil rouge che lega le tracce di Pop 2.0 è infatti il web, inteso come veicolo contemporaneo e come socialità. Internet non va visto come il nemico della musica, come invece spesso accade. Amore, odio, precarietà e manifesti ideologici, lotte e sconfitte si muovono in una dimensione urbana fatta di differenze ed evoluzioni. I brani di Pop 2.0 sono stati masterizzati al Wolf Studios di Londra, incrociando così i percorsi di Sarah-Jane Morris, Tom Robinson, Siouxsie, Depeche Mode, Lush, Erasure, Morcheeba, Lisa Stansfield e molti altri. Il disco sarà distribuito in Italia da Goodfellas. I Popucià sono:
Pasquale Grosso, parole, voce e programmazioni; Giovanni Cultrera, basso e gli arrangiamenti; Fabio Giovannoli, batteria; Alessandro De Fazi, chitarre; Ennio La Ferla cura i suoni e molto di più. Dal vivo, dopo la collaborazione durante le registrazioni, Popucià si avvale della presenza di Fabio Bio Gaggianese.

Popucià Band in A occhi Chiusi