di Camilla Sernagiotto

Dopo una lunga battaglia contro il cancro, a dare l’annuncio della scomparsa di Malcom McLaren è il suo agente Les Molloy. Il poliedrico manager e musicista londinese sarà sepolto nello storico cimitero di Highgate di North London, tra poeti, pittori, scrittori e filosofi come Karl Marx e Douglas Adams, autore di “Guida galattica per autostoppisti”.

Con la stilista Vivienne Westwood aveva aperto il Let It Rock, celebre negozio di Londra (ribattezzato dopo qualche anno con il nome Sex) che per primo si specializzò in abbigliamento per teddy boys e rockers.
A lui si devono le T-shirt strappate, la riabilitazione della spilla da baglia come simbolo e accessorio, i vestiti sado-maso in pelle e tutto ciò che influenzerà la moda dagli Anni Settanta in poi.

Grandi intuizioni di McLaren, oltre a trarre ispirazione dallo stile giovanile di strada, quelle sul fronte musicale: dopo essere stato il manager dei New York Dolls, gruppo glam punk attivo negli Anni Settanta, crea e diventa l’impresario dei Sex Pistols , vera e propria icona del punk britannico.
Attivo anche come musicista, la sua canzone "About Her" fa parte della colonna sonora di Kill Bill vol. 2 di Quentin Tarantino.

GUARDA IL SERVIZIO DI TG 24