di Fabrizio Basso

Ed eccoci al duetto virtuale. Giusy Ferreri sfida gli anni Sessanta cantando, virtualmente, ma un po' meno virtuosamente, con Luigi Tenco. La canzone scelta è Ciao Amore Ciao, l'ultima del cantautore triste (?) di Cassine, in provincia di Alessandria. La vincitrice di X Factor ha avuto la benedizione della famiglia Tenco e della sua casa discografica. E ora impazza con questa sfida ai confini dellimpossibile.

Signora Ferreri, come è nato questo progetto?

Volevo dare un senso importante album Fotografie, disco nato per omaggiare i grandi cantautori.
Ma Tenco è un qualcuno che va oltre...
L'idea del duetto virtuale mi ha spaventata ma anche stimolata. Non avere la sua autorizzazione poteva apparire poco rispettoso. ma col primo provino ho capito quanto fosse magico.
Nessun problema di tonalità?
La sua intonazione stava bene sull'arrangiamento attuale. Soprattutto la prima parte che canta con grinta. Quasi con rabbia.
Che ha detto la famiglia?
Era commossa. Mi ha ringraziata. E ha aggiunto che così si riesce a far arrivare Tenco alle giovani generazioni. E' indiscutibile l'immortalità di Luigi, ma le due voci lo rendono attuale. Come fosse vivo. Per me è un grande privilegio.
E dal vivo come farà?
Nel tour estivo potrei proporla due volte: da sola e in duetto.
Si chiude così il percorso Fotografie.
Ero forse io la più scettica. Puntavo a un album di inediti. Lo sarà il prossimo.
Tutte canzoni sue?
Ho canzoni mie e proposte di altri scritte per me. Mi sento cantautrice.
Ha desideri?
Vorrei canater qualcosa di Capossela, Max Gazzè, Pacifico. O Benvegnù.
Collabora ancora con Tiziano Ferro?
No. E non ho mai capito perché mi hanno invitato ad aprire alcune date del suo tour e poi come niente fosse mi hanno detto che non si sarebbe più fatto.
Quando ha incontrato Tenco?
A vent'anno. Dopo Nick Drake che frequentai in adolescenza. Sono due grandi compositori, musicisti e autori. Tenco aveva una grande voglia di ribellione e proprie questo suo essere ribelle non lo vedeva come potenziale suicida.
Che intende dire?
Che un sesto senso mi fa dubitare del suicidio. E la famiglia la pensa come me.
Se la invitassero al Club Tenco?
Andrei più che volentieri. E' un sogno. tanti artisti che stimo sono partiti da lì. Credo che pesi molto il fatto che arrivo da un talent show: essere marchiata X Factor incide sui giudizi della gente.
Davvero?
Ne sono convinta. Io ho una voce particolare: o piaccio o non piaccio, la questione non fa differenza.

Giusy Ferreri debutta in tour il primo giugno da Formia. Una estate di musica per una signora della canzone capace di sfidare anche i fantasmi. E di sedurli con la sua voce graffiante.

Luigi Tenco in Ciao Amore Ciao