di Fabrizio Basso

Eccola la band più stupefacente del mondo. Da almeno un lustro a questa parte. I Black Eyed Peas sono un fenomeno da 35 milioni di album. Si chiamano Will.i.am, Tabu, Apl.de.ap ma soprattutto Fergie, la piccola, sexy, instancabile voce del gruppo. Capace di andare dal melodico al rock più ruvido in un breve giro di corde vocali.

Solo successi per voi. L'ultimo album The E.N.D. (Energy Never Dies) ha scalato ogni classifica a colpi di singoli.

Non c’è un segreto. La nostra forza è lavorare insieme, cercare ispirazione senza avere troppe aspirazioni.
Ma l'ispirazione non vi pioverà sempre dal cielo, suppongo.
Noi andiamo ogni notte nei club. Le nostre fonti sono moda, arte, cultura e musica indie-electro.
Il vostro sound è spesso contaminato.
Giriamo il mondo e di conseguenza assorbiamo le tendenze di altri paesi.
Cosa non deve mancare nei vostri lavori?
L'eccitazione. Va creata e ricreata sempre.
Sul palco non manca.
Quando siamo in studio inseguiamo la perfezione mentre sul palco accade tutt’altro.
Tornerete in Italia il 5 luglio 2010 all'Heineken Jammin Festival. Sarà un concerto diverso rispetto a quello del Forum di Assago del 12 maggio 2010?
Non particolarmente. All'aperto scorre più energia. Cambieremo un po' la scaletta, quello si.

Fergie, lei è sexy, e non solo sul palco, ma senza esagerare. La musica pullula di sexy-video, citiamo per tutte Britney SpearsLady Gaga e .

Ogni artista ha una sua personalità e un suo limite.
Le critica?
No, ognuna faccia quello che vuole. Senza dimenticare che la capofila del genere è un mito inimitabile, Madonna.
Lei per tre anni è stata premiata per le belle gambe.
Davvero?
Non lo sapeva? comunque si.
E' bellissimo quello che mi dice. Sono piccolina e ho le gambe corte (interviene Will.i.am che, scherzando, dice che c'è lui con misure abbondanti, ndr).
Nel 2009 ha cantato Quando quando quando.
Ho conosciuto Tony Renis a Sanremo. E' un amico del gruppo. E’ una bella canzone che purtroppo il mio accento italiano non valorizza a dovere. Anche la mia voce è su altre tonalità.
E' una voce duttile.
Sono una donna di contrasti, passo da Quando quando quando a Rock that body.
Piena di sorprese.
Sono schizofrenica Magari un domani faremo un disco rock.
Il suo empireo del rock?
Tanti nomi.
Qualcuno?
Guns’n’Roses, Ac/Dc, Motley Crue, Robert Plant e Steve Tyler.

Pochi come Will.i.am, nella storia della musica, hanno creato suoni e fatto tendenza. Anche Michael Jackson si era rivolto a lui.
Stavamo lavorando a un disco di inediti
Quanti pezzi?
Sei.
Tutti finiti?
No, alcuni erano solo accenni.
Li ascolteremo mai?
Non credo?
Come era Jacko?
Timido, gentile, sorridente.

I BEP sono un mondo di sorprese. Ognuno con un suo progetto al di fuori del gruppo. Ma pronti a correre quando sono chiamati a raccolta. Una delle ultime vere band. Un loro live è una esperienza straordinaria. L'energia invade la platea. Impossibile restare fermi. Ma perché mai bisognerebbe?