di Marco Agustoni

Venerdì 24 settembre alle ore 20, l’attesissimo seguito di Camp Rock andrà in onda in anteprima su Disney Channel (canale 612 di SKY), restituendo Demi Lovato e i Jonas Brothers al giovane pubblico del nostro Paese. Per venire incontro ai fan italiani, la Disney ha pensato bene di affidare un brano della colonna sonora di Camp Rock 2, Per la vita che verrà, cantato nella versione originale da Demi e da Joe Jonas, ai Finley, una delle band più amate dai ragazzi (guarda la fotogallery). Ne abbiamo parlato con Ka, chitarrista della band.

Come vi sentite a partecipare a una produzione internazionale come Camp Rock 2?
È una soddisfazione grandissima. Innanzitutto la Disney ci dà una garanzia di visibilità enormea. Poi è stata in grado, in questi anni, di creare un collante tra musica, film, video e personaggi, che sono tutti elementi che andranno sempre più di pari passo.

Come è stato confrontarsi con la trasposizione di un brano già esistente?
In effetti noi di solito siamo abituati a scrivere tutti quanti i nostri pezzi. Però quello che ci è stato proposto si adattava al nostro modo di fare musica e nell’adattarlo abbiamo rimesso mano al testo in modo di evitare quelle che in italiano sarebbero suonate inevitabilmente come banalità. Abbiamo però mantenuto il ricorso a metafore naturali, nella versione inglese c’è la contrapposizione tra pioggia e sole, nella nostra tra luce e buio. Per il resto è una bella storia d’amore tra due persone indispensabili l’una per l’altra, fino ad arrivare al punto in cui l’altro diventa la parte più incredibile di sé.

Eravate preoccupati dal confronto con l’originale?
Mah, noi non partiamo mai preoccupati, in realtà. Quando ci è stata proposta questa canzone noi non abbiamo neanche aspettato la conferma e in tre giorni avevamo già il pezzo pronto.

Prendereste in considerazione di girare un film musicale in stile Camp Rock?
Secondo me è proprio questo che manca in Italia, perché ti dà l’occasione di vedere i tuoi idoli, di sentirli più vicini. Come già ti dicevo, per noi musica e immagini vanno di pari passo, ed è per questo che noi teniamo molto ai nostri videoclip, anche perché ultimamente in Italia la qualità dei video è in calo costante. Perciò… perché no?