Veronica & The Red Wine Serenaders è un progetto musicale che coinvolge musicisti appassionati di country blues e ragtime, di hokum e jug band music e di tutta la musica popolar-rurale degli anni '20 e '30. Veronica Sbergia gira l'Europa in lungo e in largo con i suoi menestrelli, cercando di mantenere viva questa ricchissima e preziosa tradizione musicale, rispettandone il linguaggio e l'intenzione originari ma adattandone il contesto ai giorni nostri. Ed è proprio così che nasce Veronica & The Red Wine Serenaders, album omonimo della band. L'uso di strumenti rigorosamente acustici e non convenzionali (ukulele, washboard, kazoo, washtub bass per citarne alcuni) e la scelta di guardare all'essenza hanno trovato piena espressione in questo primo lavoro uscito per l’etichetta Totally Unnecessary Records. Le quattordici tracce che compongono l'album sono orientate a cogliere le influenze di quelle sonorità che caratterizzavano i Medicine Shows nei primi del '900: non solo blues allora, ma anche old time, country e folk, jug band music, musica da ballo o da intrattenimento, ovvero tutti gli stili tipici di questi show itineranti. Veronica & The Red Wine Serenaders offrono sicuramente il meglio di sé dal vivo, dove riacquistano la loro vera dimensione di cantastorie di un'epoca ormai passata. Martedì 5 ottobre 2010, la band porterà in scena queste atmosfere per il pubblico milanese al Nidaba Theatre, proiettandovi nell’America degli anni Venti e Trenta.

Leggi l'intervista a Veronica