di Elisabetta Bosina

X come dieci. Club To Club, il festival internazionale di musiche e arti elettroniche, compie dieci anni. Dal 4 al 7 novembre a Torino avrà luogo la decima edizione del festival musicale, secondo Resident Advisor, più importante d'Europa. L'evento sarà accompagnato dal tema The X Superstition. Superstition come magia e superstizione, per uno sguardo verso le sonorità della seconda decade del terzo millennio. Non solo musica dunque, non solo dj set. Club To Club coinvolge le arti, le persone e le città e Torino, eletta per il 2010 capitale europea della gioventù, abbraccerà Instanbul in un gemellaggio che arriva ai confini dell'Europa.

Molti gli showcase e le performance che  verranno presentati in anteprima. Tra questi spiccano i nomi più celebri della techno come Jeff Mills e James Holden, ma anche gli artisti più autorevoli della nuova scena dubstep. Primo fra tutti Kode9, fondatore dell'importante etichetta Hyperdub che per l'occasione, venerdì 5 novembre al Teatro Carignano, suonerà alcuni brani inediti di Burial, solitamente restio ai palcoscenici ed esibizioni live. Sarà interessante anche il dj set di Jamie Smith, batterista degli XX, gruppo che con il suo album di debutto ha vinto il Mercury Prize, il premio inglese della critica per il migliore album dell’anno. L’autore del remix in chiave dubstep del pezzo You’ve Got The Love dei Florence And The Machine si esibirà assieme ad altri artisti del calibro di Shackleton, Cassius, Modeselektor e  tanti altri nella serata di chiusura il 7 novembre, presso lo stabilimento Lingotto Fiere, dalle 22 fino alle 6 del mattino.

Oltre ventimila persone sono attese da tutta Europa nelle varie location torinesi e diverse sono le iniziative parallele che coinvolgono un’intera città che ascolta, che balla e che incrocia le dita, sotto il segno della superstizione.

Per informazioni più dettagliate su programma, abbonamenti e iniziative parallele visita il sito di Club to Club.