di Marco Agustoni

L'hip hop italiano è in piena fase crescente e a beneficiarne non è soltanto il genere musicale, sempre più raffinato nelle produzioni. Anche i videoclip dei rapper nostrani, un tempo solitamente più rustici, se non addirittura home made, si sono fatti più elaborati, raggiungendo spesso vette qualitative inaspettate. E qui non si parla solo dei gruppi affermati come Fabri Fibra e Club Dogo, ma anche di nuove proposte, che fanno fronte a mezzi magari più limitati con l'estro artistico e un invidiabile bagaglio di esperienze nell'audiovisivo.

Si potrebbe partire da piccole perle horror e grottesche come Pane e merda di Gel e dei suoi compagni di Truce Klan Cole, Metal Carter e Noyz Narcos o Cocaina dei citati Club Dogo, che non vi proponiamo in videogallery a causa dei contenuti forti di entrambi i video. Ma gli esempi sono tanti: primo fra tutti, in tempi recenti, il videoclip de L'immenso, ultimo singolo del progetto partenopeo Videomind (leggi l'intervista) formato dai veterani Paura, Clementino e Tay One, che sono andati in trasferta addirittura a Cinecittà, per ricostruire atmosfere a metà tra i poliziotteschi anni '70 e, perché no, Romanzo Criminale.

Altro caso particolare quello di Night Skinny (leggi l'intervista), produttore hip hop italianissimo che col suo ultimo disco Metropolis Stepson è però arrivato molto lontano, tanto che è stata realizzata una versione del disco destinata al mercato USA. Per l'occasione è stato realizzato il notevole video del singolo Handmade Grenade, in collaborazione ancora una volta con Tay One e con gli americani Anti-Pop Consortium. E l'elenco potrebbe essere lungo: meglio quindi limitarsi a qualche esempio concreto nella nostra videogallery.