A 25 anni dal loro debutto e dieci dall'ultimo album Room Service, il 15 febbraio uscirà Charm School (EMI Music), il nuovo album dei Roxette, uno dei più importanti gruppi pop svedesi. Ad anticipare l’uscita di questi 12 brani inediti il groove-master contagioso del singolo She’s got nothing on (but the radio), brano scritto l’autunno scorso e attualmente in rotazione radiofonica.

Nel 2002 Marie Fredriksson sconfiggere un tumore al cervello e nel 2009 i pezzi dei Roxette cominciano gradualmente a tornare insieme. Per prima cosa Marie Fredriksson e Per Gessle si riuniscono sul palco per suonaree It Must Have Been Love e The Look durante il Party Crasher Tour di Gessle ad Amsterdam. E prima ancora che i fan si rendano conto, i Roxette fanno un ritorno completo come headliner durante il Night of the Proms Tour davanti a più di 600mila spettatori in Olanda, Belgio e Germania: "In quell'occasione -dice Per Gessle- abbiamo iniziato a progettare un possibile nuovo album, un album che catturi tutto il buono di Roxette ma che sapesse guardare al futuro". Dunque durante il tour le stanze d’hotel della band vengono trasformate in studio di registrazione e una nuova serie di canzoni prende forma. Tornati in Svezia il lavoro continua durante la primavera e l’autunno 2010. Come quando la band registrava nei lontani tempi d’oro, anche questa volta ci sono tante canzoni tra cui scegliere. La ballata romantica In My Own Way, per esempio, è una perla Anni 80, quando la fama internazionale era ancora solo un sogno: "Per me l’inzio è sempre stato scrivere canzoni per la voce di Marie. Lei ha la capacità di farti credere in ogni parola che canta e per questo fa diventare realtà le storie. Come autore di canzoni è un dono farne parte", dice Per Gessle.

Roxette in It must have been Love