di Federico Guerrini

C'è una nuova soluzione per risolvere il problema delle musica online, utilizzare Facebook come canale distributivo e promozionale al tempo stesso. È l’idea proposta da un nuovo sito che sta facendo molto parlare di sé in Rete, Disrupt.fm, il cui modello di business è a dir poco innovativo: centinaia di canzoni da scaricare gratis in cambio di uno status update su Facebook.

“Ho creato Disrupt.fm – spiega il fondatore Dave Glassanos – partendo dal presupposto che il costo di una canzone, equivalga, più o meno, al prezzo di un aggiornamento di stato su Facebook; e dato che il passaparola è sempre stato una delle migliori forme di marketing, mi sono detto: perché non ricompensare qualcuno per raccontare ai suoi amici di una nuova canzone che ha appena ascoltato?”. 

Non solo, ma i contatti del fan dell’artista potranno anche ascoltare la canzone in streaming direttamente dalla loro bacheca e visualizzeranno un link da cui volendo, potranno scaricare anch’essi il brano. A sentire Glassanos, si tratta della classica situazione win-win, in cui ci guadagnano tutti: gli artisti perché ottengono pubblicità gratuita, gli utenti perché possono ascoltare musica senza pagare (e senza dover fare niente di illegale).

Per chi non vuole condividere i propri gusti musicali con gli amici, c’è anche l’opzione dell’acquisto via Internet: 99 centesimi per un brano, lo stesso prezzo di altri negozi di musica digitale, anche se il catalogo di Disrupt.fm al momento è un po’ miserello e non può certo competere con iTunes.

Del resto il sito di Glassanos nasce soprattutto per promuovere artisti non ancora popolari, e in questo il servizio si distingue da altri servizi che hanno pensato anch’essi di sfruttare la dimensione virale di Facebook; come quello offerto da Dada, che con l’applicazione “Music Player”, consente di ascoltare gratuitamente in streaming delle canzoni presenti nel suo store digitale, di creare playlist e pubblicare i brani sul profilo e perfino di dedicarli agli “amici”.

L’applicazione più nota – e longeva – per ascoltare musica su Facebook è però iLike, che conta oltre 50 milioni di utenti, e permette di diventare “fan” dei maggiori artisti, essere informati sulle date dei loro concerti e ascoltare dei campioni, di 30 secondi dei loro ultimi successi.
E c'è chi come Mix Pod Music Playlist usa Facebook per diffondere playlist di video musicali tratti da YouTube. Il motore di ricerca interno all’applicazione consente di scoprire spesso delle piccole “gemme”: condividerle sul profilo e sorprendere gli amici è un attimo.