di Marco Agustoni

Guarda l'Album fotografico del Festival di Sanremo

Finora, con la sua voce calda e le gradevoli sonorità pop del disco d'esordio Gaetana e dell'album di cover Fotografie, Giusy Ferreri ci aveva abituato a una determinata immagine di sé, in quanto artista. Ma adesso, assicura l'ex stella di X Factor, si cambia musica. A partire dalla partecipazione al Festival di Sanremo con il brano Il mare immenso, che anticiperà l'uscita del disco Il mio universo, atteso per il 16 febbraio. Ecco che cosa ci ha raccontato Giusy in un'intervista esclusiva.

Pronta per questo Sanremo?
Sì, mi sento l'entusiasmo per affrontare questo palco, con la forte motivazione di una canzone in cui credo.

Si è letto, in questi giorni, che lei porterà sul palco la sua anima più rock e più vera...
Ci tenevo molto a presentare un progetto che potesse chiarire la mia identità vocale e musicale, quindi c'è stata tutta una ricerca di sonorità per rispecchiare il mio approccio alla musica, che è rock. Prima mi sembrava che tutto sembrasse poco chiaro, magari variegato, ma non coerente con me stessa.

Chi o cosa la tratteneva dall'esprimere questa sua vocazione rock?
Non è che ci fosse qualcuno che mi tratteneva. Ho solo intrapreso un percorso a partire da X Factor, dove la mia voce mi ha spinta verso un discorso fatto di sonorità fresche e pop, simili a quelle di Amy Winehouse o Duffy. Nel frattempo ho approfittato anche per portare avanti le mie esigenze musicali e pian piano è venuta fuori la possibilità di mettermi alla prova e di rivelare la mia vera personalità.

Quindi non rinnega nulla di quel che ha fatto da X Factor in poi?
Assolutamente no, ho avuto la fortuna di esordire con un tipo di repertorio più accessibile, che mi permette ora di fare quello che voglio. Semplicemente, adesso sono andata a recuperare qualcosa che faceva già parte del mio bagaglio musicale.

Neanche Fotografie, di cui si era dichiarata poco convinta?
Su quel disco mi sono ricreduta. All'inizio c'era stato un po' di dispiacere perché la mia casa discografica dopo l'album di inediti ha preferito che io realizzassi subito dopo un album di cover, nonostante avessi già pronte altre proposte. Temevo di aver rovinato il percorso fatto prima, solo per inseguire un successo facile. Poi alla fine ho cambiato idea, perché durante il tour del 2010 ho notato che Fotografie aveva creato grandi aspettative e portato grandi risultati nei live.

Rispetto al discusso duetto con Tenco in Ciao amore ciao, come si pone oggi?
Trovo che sia stato un momento magico del mio percorso, perché Tenco è stato un personaggio unico della musica italiana, quindi quel brano mi ha dato una grande motivazione. E avere il sostegno della sua famiglia per questo duetto virtuale mi ha fatto capire di aver fatto la cosa giusta.

Supermarket [nda: l'album che la prima etichetta di Giusy ha pubblicato senza il suo permesso, sulla scia del successo di X Factor] invece è un discorso a parte...
Ecco, di quel disco al momento non posso parlare perché sono ancora in causa.

Tornando a Sanremo, come mai ha scelto Francesco Sarcina de Le Vibrazioni per il duetto?
Ho pensato a Francesco come il simbolo dei cantanti delle poche band che hanno spazio in Italia. Chissà quante ce ne sono che non hanno l'attenzione che si meritano...

E se sul palco dell'Ariston potesse portare con sé una band di quelle storiche del rock?
I Led Zeppelin. O anche i Queen. Ma mi piacerebbe portarne chissà quante, per le motivazioni più svariate, così come tante band italiane come i Negramaro, i Marlene Kuntz, gli Afterhours o i Litfiba...

In questo Sanremo ritroverà un suo giudice di X Factor: Morgan...

Sono molto contenta, visti i problemi dell'anno scorso, che possa essere a Sanremo quest'anno, perché degli errori o momenti di debolezza possono capitare a chiunque.

Al Festival ci sarà anche la vincitrice di quest'anno, Nathalie: cosa ne pensa di lei?
È una ragazza che ho seguito sin dal primo momento, guardando il programma. Mentre nel mio caso avevano subito identificato un percorso chiaro, lei all'inizio ha avuto più difficoltà, ma alla fine è riuscita a mostrare una personalità ben definita..

Come commenta le voci relative a una possibile chiusura di X Factor?
Speriamo di no! Sono legata al programma per motivi personali, ma permette anche a molti giovani di mettersi in gioco.