di Fabrizio Basso

Favoriti lo sono davvero. Checché ne dicano. Checché si schermiscano. I Modà vanno al Festival di Sanremo con una canzone gentilmente ruffiana, con un mood accattivante e intenso. E' una bella canzone, ingentilita dalla voce di Emma Marrone, vincitrice dell'ultima edizione di Amici. La canzone in gara si intitola Arriverà e segue un tour trionafel, sold out praticamente ovunque, e accompagna l'uscita di un disco di inediti ribattezzato Viva i Romantici, che ha già venduto oltre 120mila copie in prenotazione, un vento di questi tempi. Per Emma invece è prevista l'uscita di A me Piace così - Sanremo edition, che oltre al pezzo festivaliero contiene anche due inediti, scritti per la ragazza pugliese dai Modà stessi, e si tratta di Per Sempre e Io sono per te l'Amor. I Modà, per chi non li conoscesse, sono Francesco “Kekko” Silvestre, Enrico Zapparoli, Diego Arrigoni, Stefano Forcella e Claudio Dirani.

Come si sta da favoriti?
Ma chi lo dice?
Tutti.
Non ci sentiamo così.
Dicono anche che siete studiati a tavolino per vincere.
Falso.
Siete imperturbabili. Nulla vi turba?
Quando ci dicono che siamo cloni dei Negramaro. C’è anche chi sostiene che siamo una loro cover band.
E voi che rispondete?
Quella gente non merita risposta. Con questa storia ci massacrano.
Ma voi che pensate della band salentina?
Abbiamo stima di Giuliano Sangiorgi e dei Negramaro, ma siamo due realtà diverse
A Sanremo siete già stati nel 2005.
Ma sono mutate tante cose sono cambiate da allora. All’epoca eravamo senza casa discografica e più disperati, oggi siamo più sereni.
Perché Emma?
Ci piace l’idea del duetto in generale e poi Emma potrebbe essere la voce femminile di Kekko.
Presentateci Arriverà.
La canzone è esageratamente pop rock con momenti quasi parlati, ma non aspettatevi il talking Mina e Alberto Lupo. Termina con una esplosione rock.
Giovedì 17, nella sera dedicata ai 150 anni dell’Unità d’Italia, canterete Here’s to you – La ballata di Sacco e Vanzetti di Joan Baez con musiche di Ennio Morricone
L'abbiamo scelta per non dimenticare due italiani morti ingiustamente. Viviamo un periodo di confusione in Italia ma noi siamo fieri della nostra nazione.
Anche musicalmente?
Quello è un discorso più ampio. Diciamo però, e con rammarcio, che all’estero la nostra musica è sottovalutata anche a livello melodico. Troppo spesso ci infatuiamo di canzoni in inglese e non sappiamo qual è il loro significato.

Almeno le parole di Arriverà sono chiare. Una bella storia d'amore. Vincerà? Forse. Piacerà? Certo.