Raphael Gualazzi è un "talento speciale, la sua musica è molto personale, di lui mi ha colpito il tipico talento 'che ti salta addosso' e la sua musica esprime così tanto la sua cultura che non si può rimanere insensibili". Così Caterina Caselli, a capo della Sugar, parlando della sua ultima scoperta, appunto Gualazzi, che ieri con il brano Follia d'amore ha fatto l'en plein vincendo il Festival di Sanremo nella categoria Giovani e i Premi della critica - sempre per i giovani - assegnati dalle due sale stampa.
Prima di Gualazzi solo altri due avevano fatto 'triplete' tra i giovani: Fabrizio Moro e Arisa. La vittoria di Gualazzi è stata netta ieri: sia con il televoto che con la golden share della sala stampa delle radio. "Sono molto onorato di aver vinto questo Festival e sono altrettanto onorato di lavorare con un'azienda come la Sugar", ha detto l'artista.
La Caselli ha sottolineato l'umiltà del giovane: "Io dico sempre che siamo di fronte a un artista completo, ma lui preferisce definirsi un artigiano della musica. Gli abbiamo messo a disposizione un buono studio tecnico perché potesse esprimere la sua creatività".


Guarda anche:
Tutti pazzi per Raphael Gualazzi
Tutte le foto di Sanremo 2011

Così Raphael racconta Follia d'Amore