"Mi piacciono le sfide o le sfighe!": Ligabue ironizza così con chi gli chiede perché abbia deciso di tornare a esibirsi il prossimo 16 luglio 2011 a Campovolo dove, nel 2005, tenne un concerto passato alla storia per il record europeo di presenze, ma anche per i problemi di acustica che rovinarono la serata a una parte dei 180 mila spettatori: "Non è che non ci siamo accorti dei problemi, ma un conto -sottolinea l'artista- è dire che è stato il trionfo della sfiga, un conto invece ricondurre le cose alla loro giusta dimensione". Secondo Ligabue è vero che quella sera si sono verificati dei problemi, tanto che lui stesso scrisse una lettera di scuse ai fan, ma "vorrei che tutti riflettessero su cosa è stato davvero Campovolo, il cui dvd forse è il più venduto della musica italiana". Per evitare qualsiasi problemi, comunque, l'organizzazione ha deciso di fermare a quota 100 mila i biglietti, che saranno in vendita da domani. Il costo dei biglietti, in vendita dal 23 marzo 2011 sarà di 43 euro più diritti di prevendita con la possibilità, fino a esaurimento posti, di acquistare anche il posto auto: in questo caso il prezzo sarà di 60 euro.

Campovolo 2.0 celebra i 20 anni di carriera di Ligabue il quale ha scelto di farsi accompagnare sul palco, il cui fronte è di 80 metri, da tutti i musicisti che hanno suonato con lui. Ci saranno anche degli ospiti: "Il mio sogno sarebbe avere al fianco Bob Dylan. Qualcuno mi ha chiesto perché non invito Francesco Guccini: non ho il coraggio di chiederglielo, se qualcuno vuole intercedere e farmi questo regalo...". Per altro con oltre 400mila copie vendute, Arrivederci Mostro! è il disco più venduto dell'anno.

Il conto alla rovescia per Campovolo 2.0 comincia il 23 marzo 2011 col Liga day: alle ore 21 circa 190 cinema in tutta Italia si collegheranno con rocker di Correggio il quale racconterà, con parole e immagini, il recente tour negli stadi e poi fornirà anticipazione sull'evento di luglio. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sono su Ligachannel.