di Camilla Sernagiotto

Se ai tempi dei Beatles ci fosse stato Facebook, chissà sul loro profilo quante ne avrebbero dette sui rivali Rolling Stones.

Stessa cosa vale per chi si contendeva fama e fan negli Anni Novanta, dai Nirvana vs Pearl Jam ai Blur contro Oasis.

Ma anche da noi se ne sarebbero viste delle belle, almeno sulle pagine Facebook di Mina, Nilla Pizzi, Ornella Vanoni e chi più ne ha più ne metta.

Ad avvalorare la tesi che certi media non mediano affatto, anzi, creano ancora più attriti tra artisti, arriva la notizia che ha mobilitato i fan tricolori più accaniti: quelli schierati con Vasco e quelli fedeli a Sir Ligabue.

Una storica rivalità che non ha nulla da invidiare a quelle mitiche del mondo hip hop, dove l’East Coast odia la West Coast, 50 Cent odia Ja Rule, LL Cool J non può proprio vedere Canibus e via discorrendo, anche se nel caso del Rocker di Zocca e di quello di Correggio un vero e proprio odio non c’è: come ogni contrasto made in Italy, anche l’ennesimo tra i due musicisti più amati d’Italia finirà a tarallucci e vino.

O a Lambrusco e pop-corn…

L’ultima puntata della telenovela che vede Vasco e il Liga perennemente intenti a punzecchiarsi incomincia in medias res, sulla bacheca Facebook di Vasco Rossi su cui domenica 10 aprile 2011 è apparso un messaggio rivolto all’acerrimo nemico:

“Caro Liga, quando avrai scritto anche tu quasi duecento canzoni e avrai pubblicato 16 album inediti potrai essere messo sul mio stesso piano. Devi mangiare ancora un po' di polenta prima di poterti confrontare con me. L’unica sfida che accetto è un duello all’ultimo s-a-ound, la mattina all’alba, dietro il convento delle Carmelitane Scalze. Lascio a te la scelta delle armi. Ricorda che io sparo solo al cuore.”

La firma è la sua, quella che campeggia su ormai milioni di autografi appesi nelle camerette di tutta Italia: Vasco.

Eppure chi pensava di godersi la sparatoria musicale più succulenta della storia può buttare via i pop-corn (e il Lambrusco), perché la smentita è arrivata dritta dritta sul profilo di Vasco: un portavoce dichiara che quel post non è certo farina del suo sacco, anche se il colpevole non è ancora stato stanato…

Non è la prima volta che i social network creano zizzania e inaspriscono i rapporti tra Star, parola di Fabri Fibra e Marco Mengoni o di Emma Marrone e Alessandra Amoroso.

Chissà se prima o poi il Liga accetterà l’amicizia di Vasco.

Si spera non solo su Facebook…