Guarda la fotogallery del MiTo 2011

Serata danzante all'hangar Bicocca per chiudere degnamente MiTo 2011. A partire dalle ore 22 i ritmi e le atmosfere di Haiti avvolgeranno questo luogo milanse. I programma i dj set di Jazzanova e J-Wow Buraka Som Sistema. Quindi il live set di Shackleton.

Dal 3 al 22 settembre il MiTo, Festival Internazionale della Musica di Milano e Torino, porterà ben duecento appuntamenti nei capoluoghi di Piemonte e Lombardia. La rassegna conferma ancora una volta la sua natura eclettica e la vocazione a cercare di avvicinare i più giovani alla musica classica e i più anziani alle nuove sonorità, con un programma ricco e variegato. La maggior parte degli appuntamenti avrà un prezzo popolare, accessibile al grande pubblico, e saranno molti i concerti gratuiti.

Si apre la sera del sabato 3 settembre all’Auditorium Giovanni Agnelli di Torino, con l’Orchestra e il coro del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI e il Coro del Maggio Fiorentino alle prese con l’Ottava di Gustav Mahler. Domenica 4 Milano inagura invece con il pianista e direttore d’orchestra Daniel Barenboim (i biglietti per l'evento, come per alcuni altri appuntamenti di MiTo, sono già esauriti) Molti gli appuntamenti dedicati alla musica classica, tra i quali spiccano un tributo a Claudio Monteverdi e il ciclo Dalla Russia con Amore, incentrato sulle musiche dei maestri russi Tchajkoviskij, Rachmaninov, Prokof’ev e Stravinsky.

Ampio spazio sarà dedicato alla musica popolare italiana, così come a quella mondiale, ad esempio con il focus dedicato all’isola di Haiti, colpita di recente da tragedie come il terremoto o il colera, ma sempre viva nella sua cultura musicale, o con la giornata milanese dedicata alla musica africana. Jazz e pop continuano a dire la loro all’interno del folto programma del festival, da un lato con l’omaggio a Miles Davis, che cade nel ventennale della sua scomparsa, dall’altra con i concerti di protagonisti della scena musicale italiana e internazionale come Massimo Ranieri, Ornella Vanoni e Peppe Servillo, la Banda Osiris, i neozelandesi Naked and Famous e Franco Battiato, che passerà dal Palasport Olimpico di Torino con una data del suo Up Patriots to Arms Tour.

Per finire, in occasione del 150° anniversario dell’unità d’Italia il MiTo ha chiesto a una serie di compositori italiani, a cui se ne aggiunge qualcuno straniero, di comporre dei brani pensati appositamente per l’occasione, che saranno poi presentati in anteprima mondiale nel corso del festival.

Se vuoi scoprire il programma completo del MiTo, visita il sito ufficiale