di Barbara Ferrara

Richard Melville Hal, in arte Moby, è un’artista singolare, tutto da scoprire. Nato 46 anni fa a New York negli stessi quartieri di Harlem che hanno visto nascere stelle del calibro di James Brown ed Ella Fitzgerald, cresce identificandosi col soprannome coniato dalla madre per rendere omaggio al prozio, il famoso autore del romanzo “Moby Dick”. Un inizio curioso e alquanto insolito.

Dalle lezioni di chitarra alla sua prima band il passo è breve: non altrettanto può dirsi per la scalata al successo. Moby fatica a raggiungere la vetta ma quando ci arriva lo fa con tutta farina del suo sacco e la posizione è solida. Negli ultimi dieci anni il principe della musica elettronica si è distinto oltre che per l’indiscusso talento, per il suo modo di porsi, autentico e fuori dalle regole per una star che, capelli rasati, t-shirt e occhiali da vista neri, sembra un ragazzino.

Il suo nuovo album Destroyed esce in concomitanza con la pubblicazione di un libro fotografico (edito da Damiami e acquistabile online) e una serie di mostre che da Londra a New York, da Berlino a Parigi, da Los Angeles a Milano, faranno il giro del mondo. Nel capoluogo lombardo Moby è ospite di Antonio Colombo Arte Contemporanea. Qui fino al 17 giugno 2011 sarà possibile scoprirlo nell’inedita veste di fotografo. 

La mostra racconta della sua antica passione per la fotografia e del suo mondo. On stage o backstage, dalla finestra di un albergo o dalla sala d’attesa di un aeroporto, Moby fotografa innanzitutto (i suoi) stati d’animo. Attraverso persone e luoghi ci accompagna virtualmente nei suoi tour.

Tutta la sua personale esperienza prende forma davanti all’obiettivo di quella macchina che porta con sé come una inseparabile compagna. L'artista intervistato spiega che "uno degli obiettivi dei miei scatti è cogliere il normale e presentarlo come eccentrico e cogliere l'eccentrico presentandolo come normale". E non poteva che essere così considerata la sua vita perennemente borderline.

Sede della mostra
Antonio Colombo Arte Contemporanea
via Solferino 44 - Milano
Infotel: +39 0229060171

Guarda il video di "The day" dall'album Destroyed

Moby 'The Day' Official video featuring Heather Graham from Moby on Vimeo.