di Marco Agustoni

Leggi tutte le news sull’hip hop

Due produttori d’eccezione per un disco con una lista di ospiti eccezionale: ecco raccontato in sintesi il disco Thori & Rocce di Shablo e del dj dei Club Dogo Don Joe. Tra i vari mc che figurano nei crediti dell'album, troviamo pezzi grossi dell’hip hop come Fabri Fibra, J Ax (guarda la gallery), Marracash e i due Dogo Jake la Furia e Gue Pequeno. Ma a sorpresa c’è anche Francesco Sarcina de Le Vibrazioni, che presta la sua voce per il ritornello del singolo Le leggende non muoiono mai. Leggi l’intervista a Shablo & Don Joe e scopri i loro video hip hop preferiti.

Per te, Don Joe, questa di Thori e rocce è stata una piccola vacanza dai Dogo?
Don Joe: In realtà non sono mai in vacanza dai Dogo, perché siamo sempre impegnati su qualcosa. Adesso ad esempio abbiamo il tour estivo che andrà avanti fino a tutto luglio, con la data del 9 al Carroponte di Sesto San Giovanni che sarà un grande appuntamento. Alla fine questo disco lo abbiamo realizzato nei ritagli di tempo, perché non stiamo mai fermi.
Shablo: Al giorno d’oggi devi uscire sempre con qualcosa di nuovo, perché tra il pubblico dell’hip hop ci sono molti giovani che sono abituati a essere stimolati in continuazione. Non puoi più fare un disco ogni tre o quattro anni.
Don Joe: Anzi, oggi come oggi non è neanche più necessario aver fatto un disco per diventare famosi, basti pensare al caso di Fedez, che è diventato seguitissimo solo mettendo qualche pezzo online.

Nel disco ci sono tonnellate di ospiti, sia famosi come ad esempio Fabri Fibra o Marracash, sia meno conosciuti come Mix Up…
Don Joe: Sì, possiamo dire che è una sorta di rappresentazione dell’attuale stato delle cose, abbiamo voluto metterci dentro chi già è in giro, ma anche provare a spingere chi c’è di meritevole. Così troviamo mc storici come J Ax e altri come per l’appunto Mix Up, che è ancora minorenne e quando Ax ha cominciato con gli Articolo 31 non era nemmeno nato.
Shablo: Inoltre non volevamo avere come ospiti soltanto le persone con cui lavoriamo abitualmente, anche perché altrimenti avremmo avuto molto meno da dire.

Shablo & Don Joe – Thori & Rocce


Nel singolo Le leggende non muoiono mai c’è anche una collaborazione al di fuori del vostro tradizionale ambito d’azione…
Don Joe: Volevamo fare un pezzo crossover e per il ritornello ci serviva qualcuno come lui. Io sono un fan de Le Vibrazioni e Jake la Furia ce l’aveva consigliato caldamente. C’è stata un’intesa perfetta, non solo dal punto di vista professionale, ma anche personale.

Il video del singolo ha un grande impatto visivo, piuttosto raro per l’hip hop italiano…
Don Joe: Sì, è molto coreografico, volevamo fare qualcosa di diverso dai soliti video hip hop e così ci siamo affidati a Giuseppe Romano e Gianluca Montesano. Ne è venuto fuori uno scenario post-apocalittico ed è perfetto, perché alla fine quelli che sopravvivono a tutto sono proprio le leggende.

C’è una traccia del disco di cui siete particolarmente soddisfatti?
Don Joe: Del singolo, probabilmente.
Shablo: Ma è come chiedere a un genitore qual è il suo figlio preferito: non si può scegliere!

Una rima di un ospite del disco che secondo voi è emblematica del vostro progetto?
Don Joe: Forse quella di Jake quando dice: “Chi sa fare fa, chi non sa fare insegna”. Perché è pieno di gente che giudica senza saper fare niente.
Shablo: Invece, se uno ha qualcosa da ridire su ciò che facciamo, preferiamo che risponda cercando di fare meglio di noi.

I vostri video hip hop preferiti?

Ce ne sarebbero tanti… cominciamo con 99 Problems di Jay-Z…



Drop dei Pharcyde



California Love di Tupac, perché come atmosfere ci ha ispirati per il nostro Le leggende non muoiono mai



E per metterne uno dei Dogo, possiamo chiudere con Boing.