di Fabrizio Basso

Buon compleanno Ridillo. Vent'anni sono pochi, nella vita, ma tanti nella musica. Soprattutto oggi, nella stagione dell'usa e getta. Con la discografia in crisi e la necessità di fare profitti che spingono, sopravvivere nel mondo della musica è una impresa. I Ridillo, queste colonne, sono Renzo, Paul, Claudio, Bengi e Albertz. E' Bengi che ci parla un po' di...loro.

Dal porta a porta a facebook.
In effetti è il mondo che è cambiato. Però siamo sempre stati capaci di essere alla pari con i tempi. Il nostro soul funky anzi talvolta ha anticipato delle tendenze.

Anche l'ambiente dello spettacolo è cambiato.
A Fiorano Modenese ci siamo trovati a condividere una serata con star provenienti dai reality. ma quando c'era da scaldare la gente e far muovere il piedino, era cosa nostra.

Cosa manca oggi?
La forza vera sono sempre stati i direttori artistici.

Affrontate il ventennale con Playboys.
E' un album particolare che noi andiamo a inserire, come stile, tra il primo e il secondo.

Ricorda il primo singono?

Certo, Cartoline del 1995.

C'è una canzone che a forza di suonare, odiate?
Mondo Nuovo il nostro trombettista non la regge più. Ma non possiamo toglierlo. E' una forma di ringrazimento per chi ci segue dagli anno Novanta. Del secolo scorso.

Un album che non è stato capito?
Direi Folk'n'Funk, il nostro terzo lavoro: ci hanno detto di smetterla di fare i Jamiroquai d'Italia. Conteneva Rinascerò, un brano che tocca momenti di religiosità. Era una ballata dolce, un mix di Blur, Beatles e Nino Rota.

La canzone che vi ha fatto fare il botto?
Forse Zanzara Party. Che è stata scekta come sigla da Radio 24. Oggi anche Sky utlizza nostri brani per le sue colonne sonore.

Vi dilettate anche con i cortometraggi.
Abbiamo scelto cinque brani e li abbiamo passati alle radio dicendo: scegliete voi. E ci abbiamo costruito altrettanti video affidati ad altrettanti registi.

Voi siete sempre in tour, ma una vera festa è prevista?
Ci pensiamo. Magari verso fine anno, a chiusra del ventaennale.

Dove?
Ci piacerebbe al Fuori Orario a Taneto di Gattatico, vicino a Reggio Emilia. E' un locale suggestivo per noi.

Rasserena sapere che esistono band come i Ridillo. Chi scrive li conosce dalla fine degli anni Novanta...li ha seguiti magari non con assiduità ma sempre nel loro navigare nella musica ma con curiosità. Ecco avvicinitevi a loro con curiosità, avvicinatevi a questi ragazzi col cuore aperto dei bambini. E loro sapranno sedurvi come pochi. In fin dei conti sono cinque...Playboys.