My Generation fu inclusa nell’album d’esordio degli Who, ma La Mia Generazione, pur essendo inclusa nell’album d’esordio degli Elizabeth, non ne è la cover. Rispecchiandone l’attitudine, il terzo singolo (dopo You Are My Light/Piove Su Milano e Un Mondo Per Me) tratto dall'album Ruggine vuole esclusivamente omaggiare il brano del 1965 attraverso il titolo, i colori del video e una piccola strizzata d’occhio all’interno del testo: Questa è la mia g g g g g g g generazione.

Il video, che mescola attraverso una tecnica particolarissima (si mormora a nostra memoria mai utilizzata in Italia) i caratteri somatici a quelli artistici degli Elizabeth, è stato realizzato dal regista e produttore Carlo Tosi per l’Artea Film. Per questa clip sono stati utilizzati una serie di videoproiettori che rimandavano delle immagini riprese in precedenza o in diretta sfruttando i musicisti come fossero schermi sui quali proiettare questa parte di girato.

Questo metodo ha permesso al regista di ottenere l'effetto direttamente "in macchina" senza l'ausilio di effetti digitali in post produzione. Inoltre le stesse immagini video proiettate servivano per illuminare il set senza utilizzare ulteriori luci. Una sorta di celebrazione per la giovane band che dopo le tre tappe germaniche del TouRuggine, ora si accinge a bel bagno di Festival e per una doppia data a Velizy, nella Ile de France, regione nota per ospitare la Ville Lumìere.

Il ritorno sul suolo italico condurrà gli Elizabeth allo Sherwood Festival a Padova; al Flippaut Alternative Reload a Rho (Milano); all’Italia Wave Love Festival a Lecce; a Colonia Sonoria a Collegno (Torino). Infine ad agosto suoneranno, senza palco ma con la splendida cornice di Ferrara al Busker Festival.