Guarda anche:

GLI APPROFONDIMENTI: Nel 2009 l'sos della madre: "Salvatela" - Un "istant" con Amy: griffato Carotone - Amy Winehouse, parte il toto album - Amy Winehouse: sei video per non dimenticarla

FOTO: Amy, dal palco ai guai - La polizia nella casa di Londra - I fan in lacrime - Il club dei 27, da Jimi Hendrix a Kurt Cobain

Nei giorni successivi alla morte di Amy Winehouse è avvenuto un furto nella sua casa londinese. Nell’abitazione della cantante inglese, scomparsa il 23 luglio scorso all’ età di 27 anni in circostanze poco chiare dopo una vita nel segno della  musica, del successo e delle droghe, sono stati sottratti effetti personali tra cui canzoni inedite, libri di poesie e lettere.

E’stato il padre, al momento fuori città e comprensibilmente furioso, a denunciare il furto e a dare la notizia dicendosi determinato a individuare il responsabile appena rientrato a Londra. Sembra non trovare pace nemmeno adesso Amy, a cui perfino Keith Richards,chitarrista della storica rock band dei Rolling Stones, consigliò di smettere di drogarsi e di non permettere ad alcool e sostanze di rovinare la propria carriera e vita. La cosidetta maledizione del 27 sembra aver lasciato strascichi di eventi strani, complicati e misteriosi come nei casi dei “grandissimi” del rock come Jim Morrison, Janis Joplin, Kurt Kobain, Jimi Hendrix e Brian Jones.

La carriera musicale di Amy Winehouse è stata breve ma ricca di successi. Ha debuttato nel mondo della musica pubblicando nel 2003 l'album “Frank” ma il vero successo arriva nel 2007 con "Back to Black", che grazie a singoli come "Rehab" e l'omonimo "Back to Black" è salito in vetta alle classifiche mondiali facendo meritare alla Winehouse cinque Grammy Awards.