di Fabrizio Basso

Le ultimi immagini in note delle Twin Towers risalgono al 7 settembre 2001, appena quattro giorni prima dal momento in cui il colosso America ha scoperto di essere vulnerabile. Prima, come ha più volte sottolineato lo scrittore Jay McInerney, non ti guardavi neanche più intorno, quasi sorridevi al tuo vicino. Poi la violenza subita tra le mura amiche. E la musica è diventata fondamentale. Per sdrammatizzare, per non dimenticare, per milioni di motivi che ogni cittadino del mondo porta con sé. Quotidianamente.

Questo è un viaggio in 12 canzoni dopo l’11 dicembre, con due sole eccezioni che sono Enjoy the silence dei Depeche Mode che è del 1990 ma è stata rifatta per le Torri Gemelle. E New York New York di Ryan Adams: l’ultima volta che le Twin Towers sono apparse in un videoclip è stato nel suo: è stato registrato il 7 settembre.





Eminem apre la sua My Dad’s Gone Crazy con immagini delle Torri Gemelle e nel testo si legge “c'è più paura nella mia testa che negli occhi di una bambina dentro un aereo puntato sulle Torri Gemelle”. Mentre i My Chemical Romance dedicano alla tragedia un tributo particolarmente sentito, Skylines and Turnstiles, in quanto Gerad Way fu testimone oculare da un traghetto.



Il Boss ha dedicato un album, The rising, alle Torri Gemelle, a partire dall'omonimo brano che gli da il titolo, che è anche il primo singolo. Tutto è nato per caso. Fermo a un semaforo fu riconosciuto da un automobilista che gli disse “We need you now”, abbiamo bisogno di te ora. E' nato così uno degli album più intensi e articolati nella storia di Bruce Springsteen. E per non dimenticare mai ciò che accadde quel giorno e che svegliò il mondo dalle sue certezze c’è l’intimidatoria Have you forgotten? di Darryl Worley, musicista country americano da sempre impegnato nel sociale.



Melissa Etheridge è una cantautrice americana, icona per la comunità lesbica internazionale. E anche lei ha raccontato le sue Torri Gemelle così come hanno fatto i Dream Theater, band americana di progressive metal che ha dedicato una ballata ai Sacrificed Sons, i figli sacrificati.



Immortal Tecnique è il nickname di Felipe Coronel, rapper peruvianio naturalizzato americano: è un testo molto forte che vuole George W Bush e la sua amministrazione responsabili dell’attacco alle Torri Gemelle. Ci sono voluti sei mesi perché venisse passato dalle radio. Il brano dei Linkin Park testimonia molte tragedie che hanno colpito il nostro pianeta, tra cui le Twin Towers.



I Velvet Revolver nascono dalle ceneri dei Gun’n’Roses e dedicano un tributo alle Twin Towers affidandosi alle immagini della CNN. Chiusura a gran ritmo con i Testament, trash metal band, che dedica una canzone a quel vile attacco. E a questo ritmo sembra di riviverlo. Ma le parole lo esorcizzano.