di Massimo Vallorani

È difficile credere che l'album Nevermind dei Nirvana abbia raggiunto il suo ventesimo anniversario. A riascoltarlo oggi, la prima cosa che colpisce è la sua naturale freschezza e vitalità per niente offuscata dai molti anni trascorsi. Eppure alla sua uscita, il 24 settembre del 1991, nessuno avrebbe scommesso sul successo dell'album: anche la casa discografica Geffen, aveva per Nevermind degli obiettivi decisamente modesti: ovvero quello di raggiungere le 250.000 copie vendute, per poter eguagliare Goo, l'album dei Sonic Youth pubblicato l'anno precedente. Ma la storia, oggi sappiamo andò diversamente. Infatti, con più di 30 milioni di copie all'attivo, il secondo album dei Nirvana è stato il disco di maggiore successo commerciale del gruppo capitanato dallo scomparso Kurt Cobain. Unanimemente considerato l'apice della produzione artistica della band e di tutto il genere "grunge", è annoverato tra i migliori album discografici di ogni epoca e classificato dalla rivista Rolling Stone al 17° posto della lista dei 500 migliori album di tutti i tempi.

Eppure niente nasce per caso. Infatti Nevermind era, forse, la scintilla che agli inizi degli anni 90 aspettavano in molti. Almeno quella generazione che, stanca della frivolezza degli anni 80, attendeva con ansia una musica nuova che desse corpo e spazio ad un malessere latente e per troppo tempo represso e nascosto. I Nirvana divennero allora gli apripista di queste nuove sonorità, Kurt Cobain il profeta indiscusso di una realtà diversamente sentita, Seattle, la città tempio da cui diffondere il verbo su tutto il pianeta musicale.



La storia riporta che la nascita di Nevermind, non fu ne' semplice ne' rapida. Ci volle un anno e mezzo prima che la band riuscisse a passare dalla piccola casa discografica "Sub Pop" ad una major di prima grandezza come la Geffen Records. Nel mezzo infinite turneè, il cambio di due batteristi, liti e stravizi vari. Fino a quando non uscì Nevermind che più o meno significa "non importa"o "non ci pensare", a sottolineare il clima di indifferenza che Cobain voleva, a tutti i costi, squarciare.



L'album praticamente contiene solo capolavori, dalla straordinaria Smell Like Teen Spirits alle note ammalianti di Comes as you are. Da Territorial Pissing all'alienante Something in the Way, struggente canzone dedicata al tedio dei giorni trascorsi ad Aberdeen, città d'origine di Cobain. E poi ancora Lithium, Breed, in Bloom, la splendida Polly ( terribile dialogo di una vittima con lo stupratore, filtrato dal punto di vista dell'aggressore) . Tutti pezzi, a parte la traccia finale (Endless Nameless) destinati a diventare grandi classici nel repertorio del gruppo.



Oggi a distanza appunto di vent'anni Nevermind è nuovamente in fase di ristampa e sarà di nuovo in distribuzione a partire dal prossimo questo 26 settembre. Arricchito di nuovi contenuti speciali, rarità e inediti tra cui alcune registrazioni della Bbc, prevede una versione Deluxe e una Super Deluxe a tiratura limitata disponibile anche in vinile.



Anche la copertina con la foto del neonato, che nuota nudo in piscina rincorrendo una banconota da un dollaro, ha contribuito a rendere tanto celebre il disco e continua ad oggi a far parlare di sé. La copertina, tra le più famose al mondo, infatti, qualche mese fa è stata censurata da Facebook poiché avrebbe violato alcune 'regole di utilizzo' (nudità del neonato). Attualmente il divieto di pubblicare la foto sul social network è stato rimosso e l'immagine è di fatto inserita nella pagina ufficiale della band.





Tracce di Nevermind

1. Smells Like Teen Spirit (Cobain/Nirvana) - 5:02
2. In Bloom (Cobain/Nirvana) - 4:15
3. Come as You Are (Cobain/Nirvana) - 3:39
4. Breed (Cobain/Nirvana) - 3:04
5. Lithium (Cobain) - 4:17
6. Polly (Cobain/Nirvana) - 2:57
7. Territorial Pissings (Cobain/Nirvana) - 2:23
8. Drain You (Cobain/Nirvana) - 3:44
9. Lounge Act (Cobain/Nirvana) - 2:37
10. Stay Away (Cobain/Nirvana) - 3:33
11. On a Plain (Cobain/Nirvana) - 3:17
12. Something In The Way (Cobain/Nirvana) - 3:51
13. Endless, Nameless (traccia nascosta in "Something In The Way") (Cobain/Nirvana) - 6:43