di Camilla Sernagiotto


C’è chi la considera una bestemmia, chi ci ride sopra e chi non vede l’ora.

L’uscita di Brian May ha fatto non poco scalpore, mettendo in guardia i fan scatenati del mitico frontman dei Queen ed elettrizzando i già scatenatissimi ammiratori di Stefani Joanne Angelina Germanotta, meglio conosciuta come Lady Gaga.

Sarà lei la nuova voce della storica band capitanata da Freddie Mercury?

Questa è la domanda che sta tormentando chiunque abbia appeso in camera un poster dei baffetti più famosi della storia musicale.

Lady Gaga non ha mai celato la sua stima nei confronti di Freddie e, ormai lo sanno anche i paracarri, per ribattezzarsi regina del Pop si è ispirata proprio al brano Radio Ga Ga dei Queen, eppure non basta uno pseudonimo celebrativo, dei look in confronto ai quali lo stravagante Mercury passerebbe per un ragioniere e un pizzico di grinta per arrivare a competere con un’ugola d’oro come quella di Farrokh Bulsara (anche lui meglio conosciuto come Freddie Mercury…)

Effettivamente di cose in comune sembrano averne, ma da qui a credere che Lady Gaga possa degnamente sostituire le corde vocali che ci hanno regalato capolavori come Bohemian Rhapsody, Somebody to Love e We Are the Champions ce ne vuole…

Eppure colui che quell’ugola poteva godersela sempre dal vivo, sul palco come in sala prove, è convinto del contrario: lo storico chitarrista dei Queen, Brian May, sta facendo una corte spietata proprio a Lady Gaga, che vorrebbe come nuova voice del gruppo perché secondo lui perfetta per il ruolo.

Durante un’intervista al Daily Express, il musicista si è sbilanciato parecchio, rivelando il suo tentativo di reclutare l’eccentrica Star americana per risolvere l’ormai annoso problema-cantante che assilla la band dalla morte dell’insostituibile Freddie Mercury.

Ed è qui che secondo molti May ha fatto uno scivolone senza pari: il cantante dei Queen non è sostituibile, tanto meno con una donna e, tanto meno, con Lady Gaga.

Ma il fan club di Freddie non perda le speranze: per ora si tratta soltanto di vaneggiamenti.
La minaccia di Lady Gaga non è ancora niente di concreto.

E, anche se dovesse arrivare, è bene ricordare che non tutti i mali vengono per nuocere.