GUARDA LA FOTOGALLERY

di Eva Perasso

Quando, nel 1982, addentò la testa di un pipistrello morto lanciatogli da un fan sul palco, l’ex cantante dei Black Sabbath Ozzy Osbourne mise a segno una delle sue provocazioni più disgustose (qui il video). I suoi eccessi con cibo, alcol e droghe, hanno accompagnato una carriera lunga e tormentata, tanto che ormai, a 30 e oltre anni di distanza dalle prime provocazioni, il confine tra realtà e finzione quando si narrano le sue gesta è sempre più vago. Di lui si racconta che, per vincere una scommessa con il cantante dei Motley Crue, ha sniffato una colonna di formiche come fossero cocaina. Ma anche che ha leccato la sua stessa urina, ha ucciso gatti e ha passato un periodo a lavorare in un mattatoio.

Forse anche per questo passato da purificare, Ozzy Osbourne oggi fa un annuncio strabiliante: è diventato vegano. A convincerlo e guidare la sua decisione, sarebbe stato un film, come racconta la webzine Blisstree: Forks over Knives, documentario uscito pochi mesi fa negli Stati Uniti e non ancora arrivato in Italia, che spiega con immagini dal forte impatto il perché sia meglio “non mangiare nulla che abbia genitori e un viso”.

Per Ozzy Osbourne si tratta di una scelta che “non so se porterò avanti all’infinito, forse smetterò quando mia moglie imparerà a cucinare, quindi magari mai”, come dichiara egli stesso con la sua solita ironia. Ma la sua conversione, almeno per ora, sembra sincera. Ozzy non è il solo vegano nel mondo della musica e tra i personaggi famosi. Solo pochi mesi fa anche Bill Clinton ha annunciato la sua conversione alle tre regole di no carne, no prodotti caseari, no a cibi lavorati industrialmente (alla base della dieta vegana), mentre tra i rocker l’ultimo a unirsi a questo modo di vivere è stato Travis Barker, il batterista dei Blink-182, folgorato sulla via veg dopo essere scampato alla morte in un incidente aereo di un paio di anni fa.

Ma se il batterista americano è l’ultimo in ordine temporale, il mondo rock e pop da molti anni ha abbracciato uno stile di vita sano e un’alimentazione vegetariana o vegana. Tra i vegani più famosi ci sono voci del calibro di Moby, Erykah Badu, Morrissey, Fiona Apple. Lontani dagli stili di vita sregolati che hanno fatto la storia del rock dagli anni Sessanta in poi, cantanti e musicisti sembrano invece sempre più attenti alla salute, anche, sostengono in molti, per stare meglio sul palco.

C’è un sito che ha compilato una lunga directory delle grandi star e personaggi famosi divenuti vegetariani o vegani. A scorrerla si scoprono molte sorprese, anche italiane: per esempio si citano le abitudini vegetariane di Celentano, Morandi, Jovanotti tra gli altri. Mentre tra i musicisti internazionali, sarebbero passati a una dieta vegetariana i cantanti dei Pearl Jam e dei Coldplay (Vedder e Martin), ma anche Boy Gorge e Billy Idol, o ancora Peter Gabriel e PJ Harvey. La dieta vegana abbracciata da pochi giorni anche da Ozzy è la stessa seguita per esempio da Anthony Kiedis, cantante dei Red Hot Chili Peppers, ma anche da Barry White, Sinead O'Connor o dalla voce dei Radiohead Thom Yorke. C’è poi la categoria di chi ha un rapporto travagliato con questo genere di scelte: vegetariani divenuti vegani, o il contrario, o chi ha abbandonato questa corrente. Tra gli “indecisi” ci sono per esempio personalità del mondo della musica come Springsteen e la Lennox, Cindy Lauper e Janet Jackson.