di Fabrizio Basso

La vittoria del coraggio. Sandra Piacentini, ex Miss Simpatia oggi Missa per plebiscito dei fan, è la sola voce femminile importante nell'universo hip hop, ritenuto ancora un ambiente ad alta concentrazione maschilista. Da poco uscita col disco Il Grande Bluff, che non lesina attacchi, aggressioni, ironia a nessuno, è venuta a trovarci in redazione a Sky.it. Per una chiacchierata da rapper quasi mamma, visto che il prossimo febbraio nascerà suo figlio. Un desiderio che si realizza nonostante la gioventù dei suoi 23 anni.

Ci parli de Il Grande Bluff.
Lo scorso anno ho incontrato Rolando D'Angeli, uno dei più grandi produttori italiani. Ha una storia incredibile. Vendeva riso e carne in scatola. Una sera ha incontrato Bobby Solo il quale stava aspettando un produttore che non conosceva. Quando ha chiesto a D'Angeli se era lui...Rodolfo ha subito annuito e la vita di entrambi ha avuto una svolta positivissima.
Insomma lo ha sedotto.
Gli sono piaciuta.
Per cosa?
Ha apprezzato il mio coraggio.
Gestazione lunga per l'album.
Volevo essere artisticamente matura. La scena hip hop è satura e dunque non volevo apparire impreparata.
Nei suoi testi attacca tutti dal Berlusconi ai colleghi musicisti.
Non ragiono quando scrivo, altrimenti avrei agito diversamente.
Non è amata dagli altri rapper.
Dipende. Ma alcuni li stimo.
Ad esempio?
Dargen D'Amico è il Rino Gaetano dell'hip hop. E' un grande.
Fabri Fibra?
Un furbetto.
Marracash?
Bravo.
Uno con un futuro?
Salmo.
I suoi rapper preferiti.
Il defunto Joe Cassano. Neffa nella sua carriera precedente. Dargen D'Amico. Marracash. Kaos. Caparezza.
L'Hip Hop è il nuovo cantautorato?
Anche qui dipende. Se prendiamo D'Amico sì. Ma troppe volte il rap è una scusa, una tendenza. Ha perso i suoi veri valori.
Che sono?
Unione e fratellanza. Oggi ci si veste da rapper per apparire e cuccare in discoteca.
Lei è nata sul web.
Devo tutto a myspace. Oggi parlo su facebook, miss simpatia official.
Le hanno mai rubato l'identità?
Eccome. prima mi ci arrabbiavo. Ora me ne frego.
Ha avuto querele per i suoi testi caustici?
Una da Francesca Lodo. Un'altra da un rapper: ma il giudice mi ha dato ragione, ha stabilito che chi fa dissing deve accettarlo e ribattere, nel caso, sullo stesso terreno.
Sua mamma che pensa di una figlia rapper?
All'inizio si vergognava. Ora va meglio. E se mi vede in tivù è orgogliosa. Comunque non mi ha mai ostacolato.
Ci sveli il mistero di Mandibola.
Ci sono nel testo dei vuoti. Attendiamo proposte. Le migliori completeranno il pezzo!