GUARDA LA FOTOGALLERY

di Floriana Ferrando

Molti album sono entrati nell’Olimpo della musica non solo per le canzoni, ma anche per le loro copertine che ritraevano i cantanti rendendoli immortali e tramandandone l’immagine negli anni, diventando delle vere icone della cultura pop.
Ora, però, due artisti francesi hanno riprodotto le cover dei dischi più celebri di tutti i tempi cancellando le star ormai defunte. Gli ideatori dell’iniziativa Jean-Marie Delbes e Hatim El Hihi hanno aperto una pagina su Tumblr dedicata al progetto che hanno brillantemente battezzato “LIVE! I See Dead People”, dove raccolgono decine di copertine manipolate. Insomma, la musica di una volta non c’è più. E anche gli album si adattano cambiando volto, anzi, cancellandone qualcuno.

Un’iniziativa tristemente goliardica o un omaggio ai grandi artisti scomparsi negli ultimi anni? Quel che è certo è che i Beatles non sarebbero stati gli stessi senza il mitico John Lennon e il chitarrista George Harrison. Se qualcuno nutrisse qualche dubbio in merito, basta pensare alla cover dell’album ‘Abbey Road’ (1969), un simbolo degli anni Settanta: l’attraversamento pedonale della via londinese divenuta famosa in tutto il mondo perde così tutta la sua magia.

Decisamente più nostalgica la cover dell’album di debutto di Elvis Presley nel 1956. A 35 anni dalla sua morte (e dopo essere passata sotto le mani dei due artisti francesi) sulla cover non c’è più traccia del mito senza tempo del rock’n’roll che, chitarra alla mano, cantava scatenato qualcuno dei suoi più celebri brani. Quel che resta è una scritta colorata su un malinconico sfondo nero, quasi a dire: “Senza Elvis non sarà mai più lo stesso”. 

Nella cover di ‘Adventures in Paradise’ (1975) di Minnie Riperton rimane solo un leone e un mazzo di fiori da quando la voce della cantante soul è passata a miglior vita 33 anni fa, mentre Nick Drake se ne è andato in punta di piedi. Ma ha lasciato le scarpe.

E ancora, dal muro dei Ramones ai tempi del debutto mancano ben tre componenti della band e Tommy Ramone rimane tristemente solo. Jeff Buckley è stato letteralmente cancellato lasciando nel bel mezzo della copertina del suo capolavoro “Grace” (1994) solo un microfono abbandonato, mentre Joko Ono sulla cover di ‘Double Fantasy’ del 1980 rimane con le labbra sospese in aria a baciare qualcuno che non c’è più.