Dalla morte di Kurt Cobain sono passati quasi 18 anni. Era infatti il 5 aprile del 1994 quando a Seattle il leader della grunge band si sparò con un fucile. Ora a quasi due decenni dalla morte i fan dei Nirvana possono tornare a sperare di ascoltare delle nuove canzoni del loro idolo. A dare la notizia o ad alimentare le speranza è Eric Erlandson, giornalista già chitarrista e fondatore delle Hole, la band della vedova di Cobain, Courtney Love ma soprattutto amico di Kurt Cobain ben prima del successo planetario di Nevermind.

Il giornalista ha raccontato che poco prima della tragica morte di Kurt, il leader dei Nirvana si era impegnato in un vero e proprio album con sonorità molto lontane rispetto a quelle che lo avevano portato al successo. Eric Erlandson si spinge addirittura a parlare del "suo personale White Album", azzardando un paragone tra il materiale che stava registrando Cobain con la straordinaria opera dei Beatles. Tra quelle canzoni ci dovrebbe essere anche una cover. "Non saprei dire di quale canzone si trattasse - spiega Erlandson -, quel materiale non è in mio possesso. Posso solo sperare che un giorno sia pubblicata, almeno per i fan". E però aggiunge: "è una canzone particolarmente dolce, toccante".