Un nuovo, affabulante viaggio nell'universo dell'amore che Biagio mette da anni nei testi delle sue canzoni. Ma nel nuovo Sapessi Dire No c'è anche una sfumatura politica, una canzone, Con infinito onore, che è la lettera di un politico che ha perduto ogni speranza e che Antonacci definisce un uomo fuori dal tempo.

Naturale prende di mira le malefatte della televisione, ovvero chi finisce in qualche programma e quando ne esce è un'altra persona: "Ne ho conosciute -commenta- di persone che il tubo catodico ha gonfiate". Questo è, per Antonacci, il segno che la democrazia raffigurata da partiti e politici non è più credibile e riconosce di "non votare da tempo. Però se ci fosse da esprimersi direi basta con i soldi ai partiti. Mi auguro che i cittadini alle prossime elezioni sappiano davvero scegliere chi li rappresenta".

Il 5 maggio da Bari parte il tour. «Manco dai palazzetti dal 2009. Praticamente questo è il tour del disco precedente. A ottobre partirà la seconda parte con ancora più canzoni di questo nuovo album. Mi è pesato tantissimo stare lontano dal palco, non vedo lora di ricominciare".