di Floriana Ferrando

Dopo l’universo della musica, Shazam mette ai suoi piedi anche il mondo dello spettacolo. La nota applicazione di riconoscimento musicale per smartphone, capace di identificare all’istante la canzone che si sta ascoltando, è ora in grado di riconoscere anche i programmi televisivi trasmessi sul piccolo schermo.

Enciclopedia televisiva – Grazie alla nuova estensione televisiva, Shazam si trasforma in una sorta di enciclopedia della tv. Basta puntare il telefonino di ultima generazione contro lo schermo del televisore e in un click si potrà non solo riconoscere il programma trasmesso (per questo basterebbe una tradizionale guida tv), ma ottenere informazioni di ogni genere: il cast, la trama, i personaggi, la colonna sonora (individuata all’interno di un database che colleziona oltre 20 milioni di tracce). E ancora, curiosità e gossip sugli interpreti e, come nella migliore tradizione social, anche gli ultimi tweet pubblicati dai protagonisti. Inoltre Shazam va anche a scovare il trailer del film su YouTube e mostra siti web ufficiali dedicati allo show, nonché la pagina di Wikipedia e quella sull’archivio cinematografico IMDb.
Di fronte ad uno spettacolo sportivo, poi, l’app dà il meglio di sé arricchendo la visione con dettagli su punteggi e statistiche e grafici di ogni genere.



La Tv si fa social - Altro punto a favore della nuova offerta televisiva targata Shazam è la funzione di social sharing: commenti allo show e cinguettii in tempo reale inviati direttamente dall’applicazione stravolgeranno completamente il modo di vedere la tv. Inoltre, attivando la funzione Shazam Friends, gli utenti possono vedere ciò che i loro amici di Facebook stanno taggando: ogni tag è infatti visualizzato sulla timeline come un normale contenuto.

Shazam, che successo! – Il team di Shazam ha deciso di espandere i propri orizzonti dopo che l’app, disponibile per tutti gli smartphone, ha raggiunto i 250 milioni di utenti nel mondo, entrando di diritto nella top ten delle applicazioni più scaricate di tutti i tempi. “Ogni settimana si registrano più di due milioni di utenti”, spiega Doug Garland, Chief Revenue Officer di Shazam. L’idea di espandersi nel mondo televisivo viene da un’attenta indagine: "Abbiamo notato che il 54 per cento delle persone utilizzava Shazam almeno una volta alla settimana per taggare gli show in tv, così abbiamo pensato che potevamo fare qualcosa di più".
E ora che l’applicazione offre un’esperienza televisiva interattiva, c’è da scommettere che il numero degli utilizzatori del servizio subirà un’impennata. Almeno negli Stati Uniti, dove l’app consente di taggare i contenuti di ben 160 canali (lasciando fuori solo alcune reti locali) grazie a una stretta collaborazione con oltre 140 brand, i quali stanno anche investendo nel progetto inserendo annunci pubblicitari che saranno visibili dopo ogni tag. Presto la nuova offerta Tv sarà attiva anche in Europa Occidentale.